Finanza

Spagna, terremoto in Federcalcio: arrestato il Presidente Villar

Spagna, terremoto in Federcalcio: arrestato il Presidente Villar

Sono ore di tempesta per il calcio spagnolo.

È stato arrestato nell'ambito di una operazione anti-corruzione della Guardia Civil il presidente della Federazione Calcio spagnola Angel Maria Villar.

Inps, Boeri contro le pensioni all'estero: "Un'anomalia"
L'istituto spiega che sono arrivate 39.777 richieste per l'indennità di Ape social e 26.632 per i lavoratori precoci . Solo un richiedente su 5 è 'rosa', esattamente 15.400 richieste sul totale di 66.409.

Una inchiesta per corruzione sta causando un vero e proprio terremoto nei vertici del calcio spagnolo. Appesi gli scarpini al chiodo, ha iniziato la sua carriera dirigenziale arrivando, nell'ormai lontano 1988, a sedersi sulla poltrona presidenziale della Federcalcio di Spagna, incarico per il quale è stato rieletto (per l'ottava volta) a maggio 2017. Non a caso nell'aprile 2011, nel famoso discorso dei "porque" a seguito della semifinale di Champions League, José Mourinho aveva citato anche il numero 1 della Federcalcio iberica, reo a suo dire di favorire i blaugrana in ambito internazionale.

Diverse le perquisizioni operate ieri negli uffici della Federazione, a due giorni dalla riunione dell'Assemblea Federale, che si sarebbe dovuta tenere giovedì 20 luglio, con contestuale sorteggio dei calendari di Liga (possibile uno slittamento a venerdì). Fra le altre personalità coinvolte nell'inchiesta, come riportato ancora dalla testata spagnola, il vicepresidente economico della Federazione, Juan Padron, e il presidente della federazione di Tenerife. Le accuse contestate sono collusione, frode e appropriazione indebita.