Sportivo

Antonio Cassano lascia il Verona ma non il calcio, dice

Antonio Cassano lascia il Verona ma non il calcio, dice

La decisione non è ancora ufficiale ma presto dovrebbe arrivare una comunicazione ufficiale da parte del calciatore o della società che la scorsa settimana si era spesa personalmente tramite il ds Fusco per convincere Cassano a cambiare idea.

Questa volta sembra essere davvero finita l'avventura di Antonio Cassano al Verona e, anche, nel calcio giocato.

Poliziotto accoltellato in Stazione Centrale, l'aggressore verrà rimpatriato subito
Oggi è già fuori di galera - ha scritto ieri su Facebook il segretario del Carroccio Matteo Salvini - Forse verrà espulso. Subito dopo il fermo era stato condotto in carcere con l'accusa di tentato omicidio e resistenza a pubblico ufficiale.

Cassano pronto all'addio al Verona, questa volta definitivo.

Antonio Cassano torna sui suoi passi e lascia il Verona. In corso il summit per la rescissone, duro il presidente Setti: "Questo ragazzo non ce la fa di testa". Dopo il cinguettio su Twitter della moglie Carolina Marcialis, che lo vedeva rinunciare a giocare con il Verona per una nuova squadra, stavolta il campione barese annuncia di voler rinunciare al calcio. Professionalmente non gli si può rimproverare nulla, evidentemente non riesce a rimanere sereno e lucido in un gruppo e vuole restare a casa. "C'è un up e un down, parla e poi sta muto: peccato, perché dal punto di vista professionale stava facendo tutto per bene". Ma pochi minuti fa ci ha pensato lo stesso Cassano a spegnere sul nascere ogni sussurro, con un nuovo messaggio, che rettifica il precedente. "Per un uomo di 35 anni sono le motivazioni a dettare la vita, in questo momento sento che la mia priorità è rappresentata dal fatto di stare vicino ai miei figli e a mia moglie".