Sportivo

Insigne può entrare nella scuderia di Raiola?

Insigne può entrare nella scuderia di Raiola?

Poi c'è l'ipotesi, assai inverosimile, Barcellona. La Gazzetta dello Sport, in un anonimo lunedì di luglio, fa tremare i tifosi azzurri, che devono temere soprattutto in vista del futuro.

Si trattasse di un qualsiasi altro procuratore la notizia sarebbe stata un non-notizia: Lorenzo Insigne che si dice pronto a lasciare i suoi storici agenti, Ottaiano, Andreotti e Della Monica, non avrebbe scosso nessuno se ad ereditare la procura del talento di Frattamaggiore non fosse Mino Raiola. I rapporti tra Carmine, padre del calciatore, e i suoi procuratori si sarebbero, infatti, incrinati dopo la firma del rinnovo con il Napoli. Un segnale – riporta La Repubblca – certamente sgradito a Aurelio De Laurentiis. Roberto Insigne si è presentato a Parma con Vincenzo il cugino di Raiola.

Trump: "Con Putin solo convenevoli, parlato di adozioni"
Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori. Dopo le indiscrezione delle ultime ore, è arrivata la conferma.

La Napoli del calcio ha paura di perdere Lorenzo Insigne. E intende cavalcare l'onda dell'entusiasmo, prima di un addio che, nel caso in cui venisse sancita l'unione d'intenti con Raiola, diventerebbe inevitabile. Il primo candidato sembrerebbe Dybala, ma anche Insigne pare stuzzichi la fantasia degli spagnoli.

Lorenzo Insigne al Barcellona per sostituire Neymar. Che, magari in compagnia di Verratti, può aggiungere quel tocco di tricolore che i blaugrana non hanno mai avuto. Ma c'è di più. Lorenzinho potrebbe cambiare manager solo attraverso il pagamento delle penali (parametrate sugli emolumenti dei prossimi due campionati) previste nell'impegno che lo lega ancora per due anni alla Doa.