Finanza

Trenitalia scorretta con i consumatori: 5 milioni di multa dall'Antitrust

Trenitalia scorretta con i consumatori: 5 milioni di multa dall'Antitrust

Lo afferma il Codacons, commentando la sanzione da 5 milioni di euro inflitta dall'Autorità per la concorrenza a Trenitalia.

L'Autorità ha sanzionato Trenitalia S.p.a. per una pratica commerciale scorretta che riguarda il sistema telematico di ricerca e acquisto dei titoli di viaggio accessibile alla clientela sul sito aziendale, tramite le emettitrici self-service di stazione e la App Trenitalia per smartphone e tablet.

A seguito di un complesso procedimento, l'Autorità ha, infatti, accertato che l'insieme di soluzioni di viaggio proposte a seguito di una ricerca su tali strumenti informatici omette numerose soluzioni con treni regionali (generalmente più economiche), pur trattandosi di alternative sostituibili a quelle invece mostrate, alterando in questo modo la scelta del consumatore. In sostanza, su alcune tratte che prevedono cambi, i sistemi automatici e on line propongono ai viaggiatori solo le Frecce e non i regionali rintracciabili solo con specifica ricerca sul sito internet. Insomma: se anche avete l'accortezza di cercare tra i regionali, durata e prezzo sono comunque su un'altra pagina rispetto a Frecce e Intercity e quindi fare un confronto è così disagevole che si finisce per cedere alla più cara.

Milan, Musacchio: "La Juventus ha qualcosa in più. Bonucci? Grandissimo giocatore"
Si può davvero dire che è un periodo d'oro per il Milan . "Non pensiamo al futuro, ma a vincere partita dopo partita". Ho legato maggiormente con i sudamericani, ma la verità è che ho un ottimo rapporto con tutti.

Multa da 5 milioni di euro per Trenitalia.

Trenitalia non ha informato i consumatori di questa limitazione, utilizzando invece la denominazione "tutti i treni" sul sito ufficiale, ma in sostanza non comparivano proprio tutti. 27, comma 8, del Codice del Consumo, l'obbligo di pubblicare una dichiarazione rettificativa per informare i consumatori sul proprio sito internet, sull'App e sulle emettitrici self service presenti in stazione. "Un vittoria su tutti i fronti dei consumatori e del Codacons, associazione che aveva presentato diversi esposti all'Antitrust segnalando anomalie nella fase di prenotazione dei biglietti ferroviari online e tramite biglietterie automatiche", sottolinea il Codacons, chiedendo che i clienti danneggiati vengano ora rimborsati applicando degli sconti sui prezzi dei biglietti. "Orari e condizioni per la tariffa più bassa".