Internazionale

Uccide moglie e figlio, dà fuoco a casa e poi si spara

Uccide moglie e figlio, dà fuoco a casa e poi si spara

Dopo aver compiuto il folle gesto, l'uomo ha dato fuoco all'abitazione, in pieno centro, e poi è uscito dalla palazzina che si affaccia su via del Turco e su piazzale Bartoluzzi, alle spalle della chiesa di San Paolo: compiute poche centinaia di metri, si è sparato. Poco prima il fratello dell'antiquario, Pirro Bartolucci, si era accorto del fumo nell'abitazione con negozio attiguo e aveva chiamato i vigili del fuoco. Dopo essersi allontanato dall'immobile in fiamme ha rivolto l'arma contro se stesso e si è tolto la vita. All'origine della tragedia, molto probabilmente, il fatto che oggi un ufficiale giudiziario avrebbe dovuto dare corso allo sfratto esecutivo dall'abitazione. Sarebbe infatti questo il movente della follia omicida. Un mese fa era avvenuto il primo accesso di sfratto, non eseguito perché la casa era piena di mobili e dunque da svuotare.

Milan, Bonucci-Biglia, ancora problemi con le fideiussioni: c'è tempo fino all'11 agosto
Il Milan però non lo può fare per questi sono "impegnati" con il fondo Elliot per il finanziamento dell'acquisto societario. Sono sicuro che San Siro regalerà un boato all'uscita di Donnarumma in campo.

La chiamata alle forze dell'ordine è arrivata all'alba: la segnalazione di una persona riversa a terra, in strada, con una pistola tra le mani, ha allarmato la polizia che all'arrivo sul posto ha scoperto uno scenario inquietante. Prima, però, ha sparato alla moglie Mariella Mangolini, 73 anni, e al figlio Giovanni, 48 anni, uccidendoli. Ha incendiato la casa in centro. Accanto al corpo la pistola con al quale l'uomo si era appena sparato. Non è comunque esclusa la presenza di altri motivi sullo sfondo di una dinamica, per certi versi, ancora da chiarire.