Finanza

Con l'auto contro i soldati a Parigi

Con l'auto contro i soldati a Parigi

Lungo l'intero quartiere Place de Verdum, dove i militari sono stati investiti, è stato eretto un perimetro di sicurezza. "E' un gesto indubbiamente deliberato - ha aggiunto il primo cittadino - un'aggressione intollerabile, la trovo vergognosa". La sequenza è stata ripresa dalla telecamera di sorveglianza.

Il luogo dell'attacco - L'aggressione nella banlieue di Parigi ha avuto luogo "in un vicolo", dove gli uomini si trovavano dopo essere usciti dalla caserma. Duro il Front National: "Non è tagliando i mezzi ai nostri militari che si garantirà la sicurezza dei francesi". I feriti sarebbero almeno sei, di cui due in condizioni gravi, ma nessuno sarebbe in pericolo di vita.

Sospettato bloccato in autostrada.

Il presunto assalitore dei militari alle porte di Parigi è ancora ricercato, precisa l'emittente Bfmtv.

Maltempo, tromba d'aria nel Veneziano. Un disperso a Rovigo
Giovedì pomeriggio una tromba d'aria si è abbattuta sulla costa tra Bibione e Lignano , per poi colpire Udine e provincia. Sospesa per alcuni minuti la circolazione sulla linea ferroviaria Brescia-Iseo-Edolo per la presenza di rami sui binari.

"I primi elementi mettono in evidenza un profilo piuttosto solitario" hanno fatto sapere fonti vicine all'inchiesta, sottolineando che "la scelta dell'obiettivo, la manifesta premeditazione e la fuga" hanno convinto gli inquirenti ad affidare le indagini all'antiterrorismo. Ormai spacciato, l'uomo ha continuato a opporre resistenza sebbene fosse disarmato, costringendo gli agenti ad aprire il fuoco.

Il dipartimento di polizia Hauts-de-Seine, alle porte di Parigi, ha spiegato che "si tratta di un atto a priori volontario". Immediatamente ricoverato all'ospedale di Lille, il sospetto è stato identificato come Hammou B., algerino di 37 regolarmente residente in Francia e già conosciuto dalla giustizia per piccoli reati minori. Per bloccare il fuggitivo, le forze dell'ordine hanno "simulato un imbottigliamento" chiudendo la carreggiata.

Levallois-Perret è sede della Dgsi, la Direction générale de la Sécurité intérieure, il servizio d'informazione del Ministero dell'Interno.