Sportivo

Allegri: "Peccato che Bonucci sia andato via, sarebbe stato il nostro capitano"

Allegri:

Per questo, sotto la Mole, è riuscito a dare il meglio di sé, facendosi apprezzare da un ambiente refrattario agli entusiasmi e segnalandosi come una persona davvero onesta e perbene, in una stagione caratterizzata, specie nel panorama calcistico ma non solo, da esibizionisti senz'arte né parte che vendono molto fumo e, alla lunga, dimostrano unicamente la propria inconsistenza. Non a caso, poche settimane dopo la firma sul nuovo contratto, sia Dani Alves che Bonucci hanno fatto i bagagli e lasciato Vinovo. Quale partita vorrei rigiocare tra la finale di Berlino, il ritorno degli ottavi con il Bayern a Monaco e la finale di Cardiff? Vorrei giocare a Kiev. Mi è dispiaciuto che tanti non abbiano apprezzato quando fatto, lo faranno più avanti, fra qualche anno capiranno. Nell'intervallo non è successo assolutamente niente. "Avevamo due giocatori zoppi come Mandzukic e Pjanic e il Real nella ripresa ha schiacciato sull'acceleratore, come fanno le grandi squadre, e ha meritato di vincere". "Quest'estate mi sono divertito un sacco, sono state inventate delle cose.". "Dobbiamo ripartire da questa partita e avere la rabbia, positiva, dentro".

Calciomercato Roma: idea Schick
Calciomercato Serie A: sarà la settimana decisiva per il destino di Patrik Schick , attaccante ceco della Sampdoria . Nel pomeriggio Schick si sottoporrà a nuovi accertamenti medici, che ne tracceranno il futuro.

"Mi piace scherzare coi giocatori, ma al contempo ci vuole il rispetto dei ruoli". I ragazzi ormai hanno un dna vincente e soprattutto c'è una grande disciplina, ci sono delle regole da rispettare. "Il Presidente Agnelli è giovane, ha grandi idee è molto bravo a miscelare la tradizione di una famiglia insieme ai suoi propositi per l'estero per far diventare la Juve una società a livello mondiale". Leo sarebbe stato il futuro capitano della Juventus, un uomo spogliatoio che nel futuro avrebbe insegnato e trasmesso il dna bianconero. Anche punto di vista dello stipendio è Allegri il top player della Juve (Higuain con 7,5 milioni di euro è il calciatore più 'ricco' della rosa) e il prolungamento è stato l'ennesimo segnale della dirigenza alla squadra: prima viene la società, poi l'allenatore e poi i singoli. Ibrahimovic è particolare, giocatore straordinario ma ogni tanto pretendeva che gli altri facessero le cose che faceva lui. Ora tutti si augurano di non doverlo perdere. Buffon è diverso dagli altri. "Parlo con lui, mi confronto e a volte ha bisogno del sostegno dell'allenatore".