Internazionale

Morta la donna aggredita in ospedale a Taranto

Morta la donna aggredita in ospedale a Taranto

La donna di 74 anni che per quattro giorni lottava tra la vita e la morte per essere stata aggredita mentre era in attesa di essere visitata al Pronto Soccorso SS. Annunziata è morta.

I sospetti si sono concentrati fin da subito su Maggio arrivato da qualche ora al pronto soccorso in stato di agitazione e dileguatosi subito dopo l'accaduto apparentemente senza alcuna motivazione. L'uomo avrebbe colpito l'anziana alla tempiadestra conficcandole in profondità nel cranio il cacciavite e provocandole un vastissimo ematoma.

Agguato a Foggia, Minniti: "La risposta dello Stato sarà durissima"
Infine "un protocollo d'intesa per l'uso delle moderne tecnologie: videosorveglianza, sistemi satellitari e droni ". Devono presidiare il territorio , ci sono anche membri dei reparti speciali dei carabinieri.

Le immagini del video raccontano di come il 43enne, da solo, in una stanzetta, si sia preparato all'aggressione mimando più volte il colpo. La malcapitata era stata colpita con un oggetto contundente alla testa, probabilmente un cacciavite, da un 42enne con precedenti penali, Giovanni Maggio, che era poi fuggito. Percorso che Giovanni Maggio non ha mai iniziato. Dopo i primi accertamenti, i medici hanno stabilito di tenerla sotto osservazione prima di dimetterla.