Cultura

Supercoppa Italiana, Juventus-Lazio: le probabili formazioni, Bernardeschi parte dalla panchina

Supercoppa Italiana, Juventus-Lazio: le probabili formazioni, Bernardeschi parte dalla panchina

In casa Lazio c'è la voglia e la determinazione di porre fine ad una serie di 10 partite consecutive senza vittorie contro la Juve, fra tutte le competizioni. Davanti invece sono salite molto le quotazioni di Cuadrado che dovrebbe spuntarla ai danni di Douglas Costa. Qui di seguito tutte le informazioni per Juve-Lazio in streaming gratis ed in diretta tv.

Quinta finale in quattro anni tra le due squadre. Bisogna essere consapevoli della nostra forza, ma sapere che serve lavorare duro ogni giorno.

Diramate le liste dei convocati e spicca l'assenza di Keita, che s'è promesso proprio ai bianconeri e rifiuta le altre destinazioni. In casa bianconera Allegri dovrebbe aver recuperato gli infortunati Szczesny e Juan Cuadrado, mentre è ancora in dubbio a centrocampo Stefano Sturaro. Per il resto nessuna novità rispetto al consolidato undici tipo della passata stagione, con il probabile inserimento di Barzagli al posto di Bonucci. Impiego dal primo minuto per Lucas Leiva, centrocampista proveniente dal Liverpool. In mezzo al campo, nel collaudatissimo 4-2-3-1, si vedranno Khedira e Pjanic, con Marchisio pronto a subentrare dalla panchina, mentre sulla fascia destra ci sarà, salvo sorprese dell'ultim'ora, l'esordio del brasiliano Douglas Costa. In mediana giocheranno Parolo e Lucas Leiva; sugli esterni Basta (favorito su Marusic) e Lulic; alle spalle di Immobile spazio a Luis Alberto e Milinkovic-Savic.

Supercoppa, Inzaghi: "Dobbiamo giocare la partita perfetta"
Bonucci al Milan? E' un grande giocatore, per la Juve è una perdita, ma hanno gli uomini per sopperire alla sua assenza. In finale di Coppa Italia abbiamo fatto una buona gara, ma concesso anche gol evitabile con errori inutil.

Lazio Juventus, Inzaghi ci crede. L'ex canterano del Barcellona è al centro di una trattativa tra, ironia della sorte, le due squadre che si affronteranno stasera e arrivati a questo punto le motivazioni e gli stimoli figli della trattativa hanno la meglio su qualsiasi valutazione tecnica.

Cosa accade invece nello scacchiere di Massimiliano Allegri? Tocca quindi a Pjanic prendere per mano la Juventus. "Sanno valorizzare gli uomini nella loro interezza e il fatto che abbiano perso qualche giocatore importante non vuol dire che non ne abbiano trovati di migliori". Se il numero 14 fosse sceso in campo, senza ombra di dubbio, sarebbe stato difficile immagine un suo rendimento all'altezza delle aspettative. Per Allegri il croato gioca sempre, si è riadattato nella posizione di esterno sinistro (che ricopriva a inizio carriera in Croazia), è simbolo di sacrificio e dedizione, seppur si ritenga ancora ancora una prima punta. La Juventus è la squadra che ho affrontato più volte?

Una partita difficilissima, a cui si aggiungono i problemi interni allo spogliatoio biancoceleste. Dobbiamo fare la partita perfetta. In Coppa Italia poi abbiamo concesso due gol troppo facili, perdendo meritatamente. L'attaccante ha già la testa altrove. Non certamente Keita, impegnato in un tira e molla con la società che, ormai, si protrae da mesi.