Medicina

Sospetta meningite per un ragazzo di Milazzo in vacanza alle Eolie

Sospetta meningite per un ragazzo di Milazzo in vacanza alle Eolie

C'è un caso di meningite alle Eolie. La Direzione Sanitaria dell'Azienda ospedaliera ha riferito che, fin dall'arrivo del giovane, sono state attivate tutte le misure profilattiche previste dalle linee guida.

Il giovane da Vulcano si era trasferito a Lipari ove aveva trascorso una serata in discoteca.

F1 Gran Premio del Belgio, qualifiche: ancora i soliti due!
Le prime parole di Hamilton , visibilmente emozionato, sceso dalla vettura: "Che emozione essere qui e fare un giro del genere". C'è una partenza delicata, anche se su questo circuito si può superare, e le strategie sono molto importanti.

Per la guardia medica la diagnosi era stata "sospetta" meningite, ma per ulteriori accertamenti aveva consigliato il trasferimento al Papardo. L'Asp di Messina ha dunque attivato la profilassi per prevenire il manifestarsi della malattia sui familiari e la fidanzata mentre il Papardo ha sottoposto alle cure preventive tutto il personale medico che è entrato in contatto con lui da Lipari al Papardo, compreso il personale dell'elisoccorso. Successivamente il ricovero è arrivata la conferma dell'equipe di patologia clinica. Le analisi sono state eseguite con metodi di Biologia molecolare, denominati "FilmArray". Il tempo di esecuzione di alcune analisi è, infatti, critico per patologie gravi come le meningiti. "Questa tecnica viene da anni routinariamente utilizzata presso il Laboratorio del Papardo per pazienti critici con gravi malattie respiratorie e gastrointestinali".