Internazionale

Tiburtino III: folla tenta di assaltare centro d'accoglienza. Tensione nel quartiere

Tiburtino III: folla tenta di assaltare centro d'accoglienza. Tensione nel quartiere

L'uomo avrebbe lanciato contro i ragazzi alcuni sassi e questo avrebbe spinto una mamma ad andare nel centro per regolare i conti. L'eritreo è stato accoltellato alla schiena. L'uomo non sarebbe in pericolo di vita.

Lanci di sassi contro bambini che giocavano per strada, donna sequestrata e picchiata insieme al nipote di 12 anni.

Auriemma: "Non avrei ceduto Pavoletti. A Cagliari può fare 20 gol"
Piazzato l'attaccante livornese, De Laurentiis si concentra adesso su Zapata , Strinic e Tonelli . Il Cagliari insiste per Leonardo Pavoletti .

Stanotte alcuni residenti del quartiere hanno affollato i cancelli dell'ingresso del centro d'accoglienza di via del Frantoio inferociti. Uno di questi ha probabilmente raccontato l'accaduto alla madre che sarebbe andata al centro per affrontare il responsabile di persona.

Due visioni completamente contrapposte del problema, sintetizzate plasticamente da due striscioni: "Tiburtino III dice basta", quello di CasaPound, "Qui non c'è spazio per i fascisti", quello di Anpi e Rifondazione. "Saremo stati chiusi dentro per circa un'ora". "Loro erano in tanti, una cinquantina - aggiunge - mi sono coperta il volto e speravo che non facessero nulla di male al bambino". Nessuno scontro, ma nemmeno la chiusura dei due Sprar adiacenti ha cambiato le cose e nelle settimane successive la tensione è rimasta a covare sotto le ceneri. "Chiediamo al sindaco, all'assessore alle Politiche sociali e al municipio la massima attenzione, di chiudere il centro d'accoglienza". "Ho rischiato di prendermi qualche coltellata". Un gruppo di migranti usciti dal centro si sono scontrati con altri residenti ed è dovuta intervenire la forza pubblica per evitare un'altra rissa. Inevitabile a quel punto un mega parapiglia, sedato solo dall'intervento dei carabinieri di Santa Maria del Soccorso aiutati dai colleghi di Monte Sacro e dalla Squadra mobile della Polizia. "Da subito ieri sera ci siamo messi in contatto con le Forze dell'Ordine e attendiamo la conclusione delle indagini". L'assedio al centro di accoglienza di #viadelFrantoiohttps://t.co/PqugDdtgti - neXt quotidiano (@neXtquotidiano) 30 agosto 2017 Il migrante ferito L'eritreo, rimasto ferito negli scontri, è un quarantenne che soffre di disturbi del comportamento. Il pm che si occupa del caso, Alberto Galanti, indaga per tentato omicidio. "Noi siamo disponibili - prosegue la Cri di Roma - a prendere tutti i provvedimenti necessari qualora si accertassero fatti diversi, ma al momento possiamo confermare che dal Presidio non è partita alcuna forma di aggressione". "Io li difendo? Certo, come difendo anche quelli del quartiere che fanno la fame e sono disoccupati". Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi arrivando in Campidoglio dopo la riunione in prefettura sull'emergenza abitativa.