Sportivo

Champions: Strootman, Roma alzi livello

Champions: Strootman, Roma alzi livello

Abbiamo pensato qualcosa per metterli in difficoltà attraverso le idee e il gioco, cercando di sfruttare le loro carenze. Passerà dal gioco, dalle nostre identità. Dal punto di vista dello stare in partita, dell'equilibrio, della battaglia dobbiamo metterci al loro pari. Abbiamo le qualità per far loro del male. "In questa competizione gli avversari sono molto insidiosi e possono farti male in ogni momento se non mantieni costantemente alta la concentrazione".

La Roma è uscita dal centro dell'attenzione dopo il rinvio: la gara di domani vi servirà anche per quello? Bisogna dirlo tra qualche mese, abbiamo fiducia su come prepariamo le partite, dobbiamo dimostrarlo sul campo di essere più forti. Questi match sono fatti di episodi, dovremo essere bravi a portarli dalla nostra parte. "Il calcio si decide coi dettagli". Se così fosse, sarebbe lui il vero grande acquisto di Di Francesco.

Lipari. Incidente all'aliscafo "Cris M." della Liberty Lines 7 feriti
In un primo momento si era pensato a un urto con un'altra barca salvo poi scoprire che l'aliscafo era finito sugli scogli. Tra i feriti un marittimo e una donna incinta che, stando a quanto trapela, ha riportato una frattura alla gamba.

"Guardo le caratteristiche e la condizione fisica più la carta d'identità. Abbiamo anche El Shaarawy che sta raggiungendo la forma attuale". E' però uno Strootman del tutto diverso quello che si appresta ad affrontare i Colchoneros: i guai al ginocchio sono ormai alle spalle e, davanti, si apre una sfida certamente difficile ma comunque non impossibile: "Giocare in Champions è molto importante per noi - ha detto -, la sconfitta contro il Porto è stata molto pesante". Conta tutta la squadra, non solo il centrocampo. De Rossi ha giocato tante partite a livello internazionale, ha tanta esperienza, io di meno. Dobbiamo dimostrare di essere forti, per noi il centrocampo è importante come lo sono tutti i reparti. "Non dimentichiamoci di Gerson, che è molto bravo". "Domani è una partita da vivere". Sono stato fuori due anni, forse ho cambiato qualcosa del mio gioco. Il fatto che si sia fermato pregiudica un po' il suo percorso di recupero, ma questo non toglie che sono felice che l'infortunio sia meno grave del previsto.

"Non è facile dopo due partite".