Cultura

Ferrari, alla festa per i 70 anni Marchionne ha fatto fuori Montezemolo

Ferrari, alla festa per i 70 anni Marchionne ha fatto fuori Montezemolo

Ma la Ferrari resta soprattutto un grande sogno, per milioni di appassionati cosi come per gli "happy few" (oggi non piu' cosi pochi) che possono permettersela.

Per i ferraristi di tutto il mondo saranno due giorni di full immersion nel mondo Ferrari.

Presente tutto lo stato maggiore di Maranello, con il presidente Sergio Marchionne a fare gli onori di casa: "Per me è una grandissima emozione essere qui per celebrare i settant'anni della Ferrari - ha esordito il numero uno della Rossa - Sono qui per esprimere gratitudine a tutti coloro che sono con noi a festeggiare questo traguardo, grazie anche alla vostra generosità quando facciamo un'asta benefica". Alle 16 ci sarà un momento tra i più attesi: partirà infatti l'asta RM-Sotheby's, che "si prospetta come la più significativa mai realizzatasi per le vetture di una singola casa automobilistica", come recita la nota della casa. E' un'asta incredibile il cui ricavato va interamente a Save The Children Farm.

Istat, crescono occupati trim2 grazie a contratti termine, male giovani
Buoni risultati da Jobs act e ripresa - scrive su Twitter - Ancora molto da fare su lavoro ma tendenza incoraggiante". Soddisfazione e cautela da parte del premier: " Istat , disoccupazione ai minimi dal 2012.

L'evento californiano, durante il quale tra l'altro una Ferrari 315 Scaglietti 59 Spider si è piazzata al terzo posto nel Concorso, preceduta da una Mercedes-Benz S Barker Toure del 1929 e da una Packard 906 Twin Six Dietrich Convertible Victoria del 1932, è stato un passaggio chiave dell'annata di manifestazioni che ha preso il via lo scorso 12 marzo. Dopo averne fatto certificare l'autenticità meccanica - attraverso i numeri di serie di motore e trasmissione - RM Sotheby's ha deciso di ripulirla e metterla all'asta: si parte da una base di 1,7 milioni di euro che quasi certamente saranno superati, rendendo questa Daytona la più costosa di sempre.

Spazio anche alla passione con un monologo dell'attore irlandese Liam Cunningham, uno dei protagonisti della serie Tv "Il trono di spade", che ha portato alla parte dello spettacolo dedicata alle corse, di Formula 1 ma non solo, e al saluto ai campioni della Scuderia di ogni tempo. La giornata si era aperta a Modena con il pranzo all'Accademia per i clienti partecipanti al Concorso di eleganza e con l'arrivo di 500 Ferrari provenienti da tutta Europa.