Internazionale

Lecce, ragazza scomparsa: il fidanzato confessa l'omicidio

Lecce, ragazza scomparsa: il fidanzato confessa l'omicidio

Il corpo della 16enne era stato nascosto all'interno di un pozzo ed parzialmente nascosto sotto alcuni sassi. Poco fa il cadavere della sedicenne è stato trovato nelle campagne.

I genitori della ragazza hanno ricevuto la notizia mentre erano alla Prefettura di Lecce, dove era in programma una conferenza stampa in loro presenza.

Ancora da chiarire il movente e le dinamiche dell'omicidio. La Procura ha aperto un fascicolo con l'ipotesi di sequestro di persona anche se al momento non c'è alcun indagato.

Le indagini ruotano ora sul fatto che i due fossero sull'auto poche ore prima della scomparsa della giovane. Le sue dichiarazioni sono apparse subito contraddittorie. Interrogato più volte dai carabinieri, che ritengono non attendibili le sue parole, sono al vaglio anche elementi tecnici, come celle e tabulati telefonici per ricostruirne i movimenti. Si tratta di un caso oppure è un riferimento a qualcosa di tremendo che potrebbe essere accaduto a Noemi Durini? In passato aveva già lasciato casa dopo litigi con la madre, ma solo per un paio di giorni e sempre. Dopo l'appello di sua sorella, ritenuto vano da parte degli investigatori: oggi arriva la svolta.

Scossa di terremoto 3.7 nel piacentino, epicentro a Morfasso
Piacenza - Una scossa sismica di magnitudo 3 .7 ha interessato questa sera, alle 20, il Piacentino. Tra i comuni nei pressi dell'epicentro troviamo Gropparello, Bettola e Bore (Provincia di Parma).

- No es amor si te duele.

Intanto sui social network e su WhatsApp sta circolando un video amatoriale nel quale si vede un ragazzo che colpisce un'auto con una sedia di plastica.

Sono passati dieci giorni da quel 3 settembre, quando i familiari di Noemi Durini avevano denunciato la sua scomparsa. Quando l'assenza è diventata però troppo prolungata, la famiglia ha avvisato le forze dell'ordine che hanno immediatamente attivato le indagini e le ricerche. Non riusciva a controllarsi, era irascibile con tutti, anche con la sua fidanzata, una studentessa ribelle e innamoratissima di lui, tanto da assecondarlo ogni volta, anche se il ragazzo la picchiava perche' geloso e possessivo. A condurre i carabinieri sul posto è stato lo stesso autore del delitto, che adesso è indagato, insieme al padre, per omicidio volontario.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Di certo, un omicidio così efferato inquadra una personalità violenta, turbolenta (forse anche fragile) del ragazzino. Non è amore se ti umilia (...) E tu meriti l'amore. Il ragazzo ha ammesso di aver dato un passaggio alla fidanzata, ma ha detto di averla lasciata nelle vicinanze del campo sportivo di Specchia, dove una telecamera li ha ripresi. La 16enne aveva postato dei versi.