Tecnologia

Cascina (Fi): striscione festeggia premio Nobel per la fisica

Cascina (Fi): striscione festeggia premio Nobel per la fisica

Già si vociferava su una possibile assegnazione lo scorso anno, ma in realtà erano mancati i tempi tecnici: l'annuncio ufficiale della prima osservazione delle onde gravitazionali, l'11 febbraio 2016, avvenne pochi giorni dopo la scadenza dei termini di ricezione delle candidature da parte della Fondazione Nobel. La prima volta è stato il 14 settembre 2015 quando i due rivelatori gemelli di LIGO hanno osservato onde gravitazionali prodotte nell'ultima frazione di secondo del processo di fusione di due buchi neri in un unico buco nero ruotante più massiccio. Il premio Nobel per la fisca 2017 "è anche per i ricercatori di Cascina", sottolinea il governatore della Toscana, Enrico Rossi: "La nostra regione ospita una comunità scientifica di qualità, di rilievo internazionale, ed eccellenti infrastrutture di frontiera per la ricerca". "Giazotto in realtà ha contribuito in modo fondamentale alla prima osservazione di LIGO, quella del settembre 2015 -prosegue Federico Ferrini-; ha indicato ai responsabili di LIGO la necessità di spingersi a indagare sulle basse frequenze (35-50 Hz), altrimenti non avrebbero fatto l'osservazione che gli è valsa il Nobel". Più è masiccio questo corpo, maggiore sarà la distorsione spazio-temporale e questa piegatura dello Spazio-Tempo determina il modo in cui un corpo celeste interagisce con un altro, ad esempio il Sole con la Terra che gli orbita intorno. E' proprio a causa di tale interazione che le onde gravitazionali risultano estremamente difficili da osservare.

"E in futuro l'interesse è destinato a crescere dato che il Dipartimento ha di recente investito nel reclutamento di un ricercatore di Caltech - Antonio Perreca chiamato per sviluppare a Trento i rivelatori della prossima generazione di interferometri di onde gravitazionali - e sta formando un gruppo sinergico con le competenze teoriche in simulazioni di onde emesse da stelle di neutroni con il gruppo del professor Bruno Giacomazzo".

Grande Fratello Vip : c'è davvero un cellulare nella casa?
Già è inammissibile il fatto che si esprima con rutti e pernacchie, come un ragazzino immaturo che prende in giro gli adulti. E sicuramente chi è rimasto maggiormente di stucco sono stati Gianmarco Onestini e Federica Benincà .

"E' stata premiata la scoperta del secolo, realizzata dopo ben 100 anni di attesa: giusto riconoscimento a chi con tenacia ha, per oltre vent'anni, inseguito il visionario progetto di riuscire a captare il debolissimo segnale generato da un catastrofico evento avvenuto lontano, nel cosmo", ha commentato a caldo Fernando Ferroni, presidente dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare INFN. Come le onde generate da un sasso che cade in uno stagno, le onde gravitazionali percorrono l'universo alla velocità della luce creando increspature dello spazio-tempo finora invisibili. "Hanno giocato un ruolo cruciale in questa scoperta. In effetti c'era un segnale gravitazionale". "C'è emozione per questo premio". Il corrispondente italiano dei tre vincitori di oggi è Adalberto Giazotto, il vero padre di Virgo, insieme al francese Alain Brillet.