Sportivo

Mario Rui: "Sarri? Un grande. Mertens come CR7"

Mario Rui:

Sarri è rimasto uguale, stessa grinta, stessa determinazione e stesso tipo di lavoro intenso, anche perché con lui c'è lo staff che avevamo ad Empoli.

I compagni di squadra? . Tutti mi avevano parlato molto bene del gruppo e ora posso dire che tutto ciò che mi hanno raccontato era vero. Siamo un gruppo umile. Queste le sue parole: "Mi stavo inserendo bene, poi purtroppo mi sono infortunato". Speriamo di continuare su questa striscia più a lungo possibile. A quel punto si potrà parlare di qualcosa.

Adesso ci aspettano tre partite verità, se riusciamo a superarle indenni allora avremmo superato un grande esame. "Noi che siamo rimasti qui, però, cercheremo di soddisfare le richieste del mister". "Ha una mentalità vincente, cerca sempre i tre punti". Milik? Appena è successo ho visto il suo sguardo e ho temuto il peggio. "Solo questo ci permetterà di essere dove siamo anche alla fine".

Margini di miglioramento per me? . "Mi sento molto bene, sto riprendendo la migliore condizione e voglio dare una mano alla squadra".

Roma, Pellegrini out 10 giorni: "Ci sarà contro il Napoli"
Dunque, potrebbe saltare la partita contro il Napoli del 14 ottobre allo stadio Olimpico. Una sfida che potrà dire moltissimo sulle reali ambizioni del club giallorosso.

"Sogno di andare ai Mondiali, ma penso primo di riprendermi al 100%. Se giocherò bene a Napoli arriverà anche la nazionale". Sì, ma non ho molto tempo per vedere i film. "Mertens? E' un fenomeno, come Cristiano Ronaldo".

Il difensore azzurro è entusiasta dell'avvio di stagione della sua squadra: "Finora stiamo facendo cose eccezionali". Poi avremo Manchester ed Inter, ma bisogna pensare una gara per volta e dare il massimo sempre. "Porterà benefici a tutti sicuramente".

I compagni ex Empoli? "Ma vado molto d'accordo anche con Sepe, Tonelli, Hysaj e tutti gli altri".

Impatto con la città? "Devo dire che questo mi ha dato una spinta in più".