Internazionale

Catania, pensionato ucciso con una fucilata: il corpo in un tombino

Catania, pensionato ucciso con una fucilata: il corpo in un tombino

Choc a Catania dove un pensionato di 71 anni, sposato e senza alcun precedente penale, è stato trovato morto. I carabinieri stanno cercando di ricostruire meglio la dinamica dei fatti per individuare gli assassini. Messo alle strette il figliastro ha confessato il delitto sostenendo di essere stato lui a sparare a distanza ravvicinata con un fucile calibro 12 di proprietà della vittima e poi di avere nascosto il corpo nel tombino. I Carabinieri da subito avevano mirato le indagini su dissidi in famiglia.

Def, così Padoan copia Berlusconi e si lancia in promesse impossibili
E i tagli?deriverebbero soprattutto dalla leva spending review delle amministrazioni centrali, introdotta dal Dpcm di fine maggio. In aggiunta, arriveranno 300 milioni nel 2018, 1,3 miliardi nel 2019 che salgono ancora a 1,9 miliardi nel 2020.

L'uomo è stato ucciso con una fucilata in testa. Gli autori del macabro omicidio sarebbero il figlio della compagna romena dell'uomo, 15 anni, e un amico di quest'ultimo, di 16 anni, che avrebbe partecipato a tutte le fasi del delitto, dall'uccisione all'occultamento del cadavere. L'uomo era incensurato e gli inquirenti escludono che la vittima fosse legata ad ambienti della criminalità mafiosa. Gli investigatori stanno seguendo la pista dei contrasti personali. Forse il pensionato in questi giorni si era trasferito a Pedara per la raccolta delle olive. Questo potrebbe voler dire che chi ha commesso il delitto era un conoscente di Citelli.