Sportivo

Ventura: "Una ripresa deludente, i fischi sono meritati"

Ventura:

Il pareggio ottenuto in casa contro la Macedonia è il risultato della situazione negativa che sta vivendo la nazionale italiana: sarebbe bastata una vittoria per accedere matematicamente ai playoff di novembre, ed invece una scialba Italia si è fatta rimontare dal "palermitano" Traijkovski. Un pessimo secondo tempo, con neppure un tiro in porta, e un solo tentativo, una giocata individuale di Bernardeschi, finita non lontano dal palo, ha condannato gli azzurri che faticosamente avevano segnato l'1-0 venendo poi raggiunti da Trajkovski. Speriamo che nel frattempo rientri chi manca e che qualcuno giochi di più nella propria squadra'. Recuperiamo i giocatori per fare calcio serio e fare risultati'.

"Peccato, perché una volta sbloccata la partita dovevamo riuscire a gestirla meglio, bisognava stare più attenti".

Inno? Non mi confonderò, tanto anche quando ero giocatore non lo cantavo, preferivo interiorizzare il momento, lo ascoltavo e sentivo le mie emozioni, sempre con rispetto. Lavoriamo per fare punti e avere un miglior sorteggio. Poi è Lorenzo Insigne ad andare vicinissimo all'1-0: il fantasista del Napoli è protagonista di un ottimo doppio scambio con Immobile, suo compagno ai tempi del Pescara, ma poi calcia addosso a Stole Dimitrievski. Per qualificarsi matematicamente agli spareggi, infatti, c'è bisogno di un altro punto, da conquistare nelle due partite con Macedonia, appunto, e con Albania (tra l'altro, diretta concorrente per il secondo posto nel girone).

Uomini e Donne: Maria De Filippi da un ultimatum a Gemma
In primo piano le prime esterne di Giorgio Manetti con alcune delle nuove partecipanti del Parterre femminile. Parole che hanno ferita Gemma , che non è riuscita a trattenere le lacrime e l'amarezza.

Chiellini la butta dentro sugli sviluppi di un angolo ma non c'è da entusiasmarsi. Dobbiamo guadagnarci gli applausi'. Barzagli ha spiegato di essere uscito all'inizio della ripresa per "un leggero risentimento al flessore".

La sfida contro l'Albania di Christian Panucci dirà quanto il sabato all'insegna delle parole avrà fatto bene all'Italia in crisi. E' subentrata un po' di stanchezza. Il portierone è molto critico: "Pensavamo di essere ad un livello superiore di quello che siamo. C'è bisogno di una svolta psicologica". "Non parliamo di Spagna e Germania ma era una squadra ostica". Pochi secondi dopo il gol del vantaggio, Bonucci perde il pallone al limite dell'aerea e Chiellini salva su Nestorovski entrato da solo in area.