Internazionale

Fratello dell'attentatore di Marsiglia respinto nel 2014, ma era in Italia

Fratello dell'attentatore di Marsiglia respinto nel 2014, ma era in Italia

E' stato arrestato dalla Digos di Bologna nell'ambito di un'inchiesta della magistratura francese, Anis Hannachi, fratello di Ahmed, altrimenti noto come l'attentatore di Marsiglia. È quanto apprende l'agenzia Ansa dopo l'udienza di convalida del mandato di arresto europeo, davanti ai giudici della Corte di Appello e a un magistrato della Procura generale di Bologna. L'uomo è accusato di partecipazione ad associazione terroristica e complicità nel delitto commesso dal fratello. Uno dei due fratelli del tunisino Ahmed Hannachi, il killer di Marsiglia, è stato infatti arrestato a Ferrara. Ad intervenire nel corso della conferenza, il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Franco Roberti che ha illustrato tutti i passaggi della complessa indagine internazionale e che ha portato all'arresto dell'uomo.

Fuga - L'ipotesi al vaglio degli inquirenti è che sia stato Anis, che ha un passato da foreing fighter in Siria, a radicalizzare il fratello. "All'individuazione si è giunti grazie a un rapporto intenso tra centro e territorio: avevamo una traccia di Rimini, poi lo abbiamo localizzato a Ferrara".

Quando l'hanno fermato, Anis ha fornito un nome di fantasia e ha detto di essere algerino.

Fedez è gay? Il sondaggio di Chiara Ferragni ottiene un risultato inaspettato
Nel talent di Sky, l'ospite Gianni Morandi si disse convinto che il collega sia gay : " Prima o poi lo capirai ". La fashion blogger filma Fedez a petto n**o in casa e chiede ai follower di votare ( video Corriere Tv ).

Al momento, i due tunisini sono in carcere in Svizzera, ma le autorità federali hanno già decretato l'espulsione della coppia, che dovrebbe avvenire in tempi brevi.

Marsiglia, a meno di dieci giorni dall'attentato costato la vita a due ragazze di 17 e 21 anni, continuano le ricerche dell'attentatore responsabile di queste morti, e il cerchio continua a stringersi sempre di più. La procura di Roma ha aperto un fascicolo per associazione terroristica. I tempi dell'estradizione in Francia "sono molto ridotti, entro qualche giorno", assicurano dal Viminale. Anis è stato ospitato da un amico connazionale che vive regolarmente a Ferrara e che è integrato con la città.

Anis avrebbe inoltre accettato il trasferimento in Francia, un comportamento non comune in caso di arresto, anche qui sarebbero da verificare le motivazioni.