Finanza

Ilva, Mittal: "Vogliamo trovare una soluzione con Governo e sindacati"

Ilva, Mittal:

Dal fronte sindacale arriva anche un nuovo appello al governo.

Un minuto di silenzio apre il consiglio di fabbrica Ilva per le vittime sul lavoro. L'agitazione dei lavoratori è esplosa dopo l'annuncio di venerdì, quando sono emerse le condizioni per il rilancio dell'acciaieria dalla società aggiudicataria dell'Ilva: 4.000 esuberi - 3.000 dei quali a Taranto - su un totale di 14.000 addetti del gruppo, e azzeramento delle attuali condizioni contrattuali e di inquadramento. Arcelor Mittal da parte sua si dice "contrariata per non aver potuto iniziare una negoziazione con i sindacati", poiché l'obiettivo con cui si era presentata al Mise era di "fare un primo passo verso il raggiungimento di un accordo accettabile per tutti gli interessati".

Sarri: "Ecco il mio giudizio sulla nuova Inter di Spalletti"
Tanto da cominciare a raccogliere intorno a sè tanti pareri che la vogliono come la favorita per lo Scudetto di questa stagione. Sarri è un grande e con noi è cresciuto in maniera esponenziale. "E' un maturo giovane, non rifiuta le innovazioni".

"Procedura ex articolo 47 firmata da Governo".

I lavoratori dell'Ilva hanno incrociato le braccia e sono scesi in piazza: da Taranto a Genova, secondo i sindacati, lo sciopero è stato unanime, incontrando il sostegno delle due Regioni, dei due Comuni e di entrambi gli arcivescovi. È quanto si legge in un tweet sulla vertenza Ilva del segretario generale della Fiom, Francesca Re David. L'Ilva, ha detto ancora Mittal "ha sofferto moltissimo nel corso degli ultimi anni, si è visto soffrire i dipendenti per via delle incertezze del suo futuro, si è vista la sofferenza dell'operatività che non è migliorata, anzi c'è stato un declino della produzione su base annuale". Mentre i lavoratori di Taranto e Genova scioperano, il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, sospende il tavolo al ministero e l'incontro tra azienda e sindacati salta. Venerdì Am Investco (la cordata guidata da Arcelor Mittal) ha consegnato alle organizzazioni sindacali la comunicazione prevista dalla normativa (art.47 L.428/1990) per trasferimento d'azienda relativamente all'acquisizione del Gruppo Ilva e controllate (Ilva Milano, Genova, Novi Ligure, Racconigi, Taranto, Marghera, Legnaro, Paderno Dugnano - IlvaForm di Salerno, Taranto Energia - Ilva Servizi Marittimi di Genova e Taranto).