Finanza

Bankitalia, Pd contro Visco: "Serve figura idonea per nuova fiducia"

Bankitalia, Pd contro Visco:

Una critica troppo forte, specie se a esprimerla è un governo che ha condiviso con la Banca d'Italia tutta la parabola delle crisi bancarie, i cui costi sono lievitati anche e soprattutto a causa della sottovalutazione dei problemi e del tasso di improvvisazione con cui questi sono stati affrontati. La nomina del Governatore di Bankitalia è disposta con decreto del presidente della Repubblica, su proposta del presidente del Consiglio dei ministri, previa deliberazione del Consiglio dei ministri, sentito il parere del Consiglio superiore della Banca d'Italia. E il governo Gentiloni, che in sintonia con il presidente della Repubblica si era espresso a più riprese per il rinnovo del mandato a Visco, ha innescato prontamente la retromarcia accodandosi al volere di Renzi e facendo propria la mozione. "Sulla persona il Pd non entra, ma su Bankitalia il Pd chiede una fase nuova".

Si pone in evidnza, inoltre, come la scelta che si porrà alla scadenza del mandato di Ignazio Visco (se riconfermarlo o individuare appunto una nuova figura) è "particolarmente delicata in considerazione del fatto che l'efficacia dell'azione di vigilanza della Banca d'Italia è stata, in questi ultimi anni, messa in dubbio dall'emergere di ripetute e rilevanti situazioni di crisi o di dissesto di banche".

Il Pd decide dunque di adottare la linea dura sostenuta dal segretario Matteo Renzi che rimprovera a Visco il tardivo intervento sulle 4 banche del centro Italia poste in risoluzione dal Governo nel novembre del 2015 (Banca Etruria, CariChieti, Banca Marche e CariFe), ma anche la debole vigilanza posta dall'istituto centrale sulle banche venete. Sul fronte del credito, quindi, pieno accordo con Palazzo Chigi:"In questi anni segnati dalla più grave crisi economica della storia moderna d'Italia", la Banca d'Italia "ha difeso il risparmio nazionale limitando i danni. Questi non potevano non esserci, data la gravissima condizione dell'economia; alcuni casi di gestione bancaria cattiva o criminale, sono stati contrastati per quanto consentito dalla legge e, quando opportuno, segnalati alla Magistratura". Respinte tutte le altre mozioni che chiedevano sostanzialmente ed esplicitamente di non confermare l'attuale governatore Ignazio Visco.

Manchester City-Napoli, Sarri in conferenza: "I ragazzi non devono avere paura"
Col Feyenoord siamo migliorati e abbiamo fatto tre gol che è importante per la differenza reti. Sì, è una sfida affascinante fra due squadre che segnano tanti gol e giocano a viso aperto.

Anche Bersani, a nome del Mdp-Articolo 21, dice la sua sull'argomento dichiarando che "la mozione del Pd è fuori da ogni logica, non puoi buttare in piazza la Banca d'Italia così. Quando vedo il partito di maggioranza fare una cosa del genere, cominciamo a essere fuori come un balcone" ha detto l'ex-segretario.

"Mdp ha votato in bianco perché il Parlamento può e forse dovrebbe prevedere in meccanismo di nomina che coinvolga le commissioni magari con maggioranze qualificate ma finché c'è un'altra procedura, se c'è un minimo di senso delle istituzioni dobbiamo rispettarla".