Internazionale

Libano, il premier Hariri si dimette e accusa l'Iran

Libano, il premier Hariri si dimette e accusa l'Iran

Il premier libanese Saad Hariri ha annunciato le sue dimissioni. Hariri ha spiegato la sua decisione con i timori per la propria vita - sempre Al Arabiya ha infatti dato la notizia di un attentato nei suo confronti sventato due giorni fa - e con l'eccessiva influenza di Hezbollah, e dunque indirettamente dell'Iran, sulla politica libanese. Nella sua dichiarazione l'ex premier ha accusato l'Iran di ingerenze nella politica del mondo arabo.

Hariri è giunto in Arabia Saudita il 3 novembre per la sua seconda visita in meno di una settimana, volta a rafforzare la stabilità del Libano e i legami con il paese del Golfo.

"Viviamo in un clima simile a quello che ha preceduto l'assassinio del martire Rafik al-Hariri", ha detto Hariri ricordando il padre ucciso nel febbraio 2005. Prima di dimettersi oggi, Hariri aveva nei giorni scorsi incontrato due volte il ministro Sabhan a Riad. Hussein Shaykh Islam ha poi commentato il fatto che Hariri ha annunciato le dimissioni da Riad e non da Beirut: "Sarebbe stato meglio che Hariri avesse rispettato l'onore del popolo libanese, annunciando le dimissioni da Beirut e non da un altro Stato".

El Shaarawy: "Serata magica". Per Conte è 'agghiaggiande'
Roma a un passo dagli ottavi. 34' - La Roma in contropiede, con Dzeko che allarga per il Farone, che tira debole su Courtois . Perotti sale in cattedra, trovando anche la terza rete al 63′, con un bolide dal limite che sorprende Courtois sul primo palo.

Il primo ministro libanese Saad Hariri ha annunciato a sorpresa le sue dimissioni da capo del governo di Beirut e ha accusato il movimento sciita libanese Hezbollah e il suo alleato iraniano di "soffocare" il Libano.

"I vincitori in questa partita non sono i Paesi arabi e musulmani, ma il regime sionista (Israele) che per il solo fatto di esistere ha creato tensioni all'interno e tra gli stessi Paesi della regione", ha aggiunto Qassemi.