Internazionale

Panama Papers: conti vip offshore, da Elisabetta a Bono

Panama Papers: conti vip offshore, da Elisabetta a Bono

Sono solo alcuni dei nomi emersi dai Paradise Papers, tredici milioni di documenti riservati che hanno svelato investimenti in paradisi off-shore di migliaia di imprenditori di tutto il mondo, tra cui 120 politici.

Le élite mondiali cercano di sfuggire le tasse e fanno 'volare' i loro investimenti nei paradisi fiscali. Imbarazzo pure per Lord Ashcroft, businessman ed ex dirigente del Partito Conservatore britannico, che avrebbe a sua volta nascosto una fortuna pari a 450 milioni su conti offshore.

Dopo lo scandalo dei "Panama Papers" - del 2015 - ora è la volta dei "Paradise Papers": 13,4 milioni di file su soldi portati all'estero che vedrebbero coinvolta anche la regina d'Inghilterra. La sovrana britannica risulta aver investito ingenti somme - circa 10 milioni di sterline - nel paradiso fiscale della Cayman attraverso il Ducato di Lancaster. Oltre a loro il co-fondatore della Microsoft Paul Allen, il finanziere George Soros, e una lunga lista di nomi di potenti di ogni latitudine. Si tratta in particolare di una società di navigazione nella quale Ross ha interessi e con la quale ha effettuato una serie di investimenti offshore, secondo le nuove rivelazioni. Il tesoriere del primo ministro canadese Justin Trudeau. L'Espresso cita anche la regina "Noor di Giordania indicata come beneficiaria di due trust nell'isola di Jersey". Tra le carte centinaia di persone e società che hanno legami con il Regno Unito, tra politici, multinazionali, celebrità e personaggi di alto spessore che hanno utilizzato strutture complesse di trust, fondazioni e società 'fittizie' con un sistema di scatole cinesi per proteggere le loro ricchezze e nasconderle ai funzionari del fisco.

Napoli, con il Chievo spazio al turnover
Vogliamo interrompere la scia negativa che ci ha visto non portare a casa quello che meritavamo e prendere più gol del previsto. Rolando Maran , tecnico del Chievo Verona , ha parlato ai microfoni della stampa alla vigilia della gara contro il Napoli .

Il filone italiano dell'inchiesta dei Paradise Papers è stato sviluppato dal settimanale d'inchiesta L'Espresso e da Report, che domenica 12 novembre andrà in onda con una puntata speciale a alle 15,30 su Rai 3, dedicata proprio all'inchiesta che annuncia di avere grandi ripercussioni in tutto il mondo.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.