Sportivo

Colpito da fulmine mentre fa surf, muore ex calciatore Este e Jesolo

Colpito da fulmine mentre fa surf, muore ex calciatore Este e Jesolo

Una morte assurda e per certi versi inspiegabile.

Muore a Bali, mentre era in vacanza, ucciso da un fulmine mentre faceva surf, il calciatore belga Denis Andrè Dasoul, 34 anni, ex di Perugia (avversario dell'Avellino proprio questa sera) e del Foggia.

Serie A: A San Siro il Torino impone il pareggio all'Inter
Nella sala stampa del Meazza l'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti ha risposto alle domande dei giornalisti presenti. L'impegno però c'è stato, primo tempo magari sotto tono, ma nella ripresa abbiamo avuto tante occasioni.

Aveva iniziato la sua carriera nello Standard Liegi, prima nelle giovanili e poi nella prima squadra. Dasoul aveva indossato la maglia rossonera per 21 volte nella stagione 2005/2006 proveniente dalla formazione belga dell'Anversa. Nessuna presenza con i "Genkies" e il passaggio all'Austria per giocare con i Sw Bregenz. A Perugia Serse Cosmi non gli concesse neanche una presenza in serie A. Nel 2005 il ritorno nel Belpaese, il Foggia gli diede una nuova opportunità: appena sette presenze nel girone B della serie C1. Una sola stagione in rossonero prima di ricominciare a girovagare tra Belgio (Union St Gilloise) e Italia (Este, Bolzano, Jesolo e Torres). Nel 2011 la decisione di lasciare il calcio per dedicarsi al surf e il trasferimento in Australia.