Sportivo

MotoGp, Test Valencia - Marquez sale in cattedra nel Day2

MotoGp, Test Valencia - Marquez sale in cattedra nel Day2

Sul tracciato di Valencia, su cui domenica Marc Marquez si è laureato per la sesta volta pilota campione del mondo della classe regina, si è conclusa anche la seconda giornata di test in vista della stagione 2018. Nonostante ciò, il "Morbido" si è rialzato più forte di prima, facendo segnare nel pomeriggio un tempo più veloce di un secondo rispetto a quello di ieri e chiudendo in una 16esima piazza che gli è valso il titolo di miglior esordiente, dal momento che il secondo, vale a dire Takaaki Nakagami, è stato beffato per pochi millesimi. Le Honda del team Repsol, infatti, sono tornate davanti a tutti, in particolar modo quella di Marc Marquez, autore del miglior tempo in 1'30 " 033 fatto segnare nella parte centrale della giornata quando le temperature erano ancora discretamente elevate.

Quinto tempo, invece, per Maverick Vinales, che scivola indietro, ma si mantiene su tempi accettabili a bordo di una M1 con una nuova carena, che gli permette di chiudere in 1'30 " 610. 7° posto per Valentino Rossi (1'30 " 724) che è stato preceduto da Jorge Lorenzo (1'30 " 534), Maverick Viñales (1'30 " 640) e Cal Crutchlow (1'30 " 654). Il Dottore testa la M1 2016 ancora una volta, deciso a ripartire da lì, ma con un nuovo motore, che dovrebbe essere la base del motore 2018.

Fabrizio Corona: GF Vip 2, lettera a Jeremias "È giunta l'ora…"
Oggi ti seguo da dentro 4 mura e allora ti dico che questo pezzo di vita ti deve servire a migliorare. Mi sembra ieri che ti sono venuto a prendere all'aeroporto.

8° riferimento per Jack Miller, che prima porta la sua Ducati Pramac all'ottavo posto con la Desmo classica e poi torna in pista a provare la biplano, chiudendo la giornata in 1'30 " 860, che gli permette di tenersi alle spalle un rinato Andrea Iannone, che dopo la giornata di ieri, riesce a completare un buon programma e porta la sua GSX-RR al 9° posto, in 1'30 " 877. In nona posizione la Suzuki con un Andrea Iannone che percorre 47 giri dopo aver saltato la prima giornata. Tra i titolari, Danilo Petrucci è 18°, anche lui alla ricerca del setup perfetto, davanti all'ex-teammate Scott Redding, 19°. A non girare oggi sono state le Ducati Aspar di Bautista e Abraham.