Internazionale

Manovra, ok ad emendamento caregiver. Fondo da 60 mln

Manovra, ok ad emendamento caregiver. Fondo da 60 mln

Nel frattempo nasce il Fondo per il sostegno dei caregiver familiari: la Commissione Bilancio del Senato ha dato via libera all'unanimità all'emendamento (a prima firma Laura Bignami, ma poi sottoscritto da tutti i gruppi e da centinaia di senatori singolarmente) che stanzia 20 milioni di euro per "la copertura finanziaria di interventi legislativi finalizzati al riconoscimento del valore sociale ed economico dell'attività di cura non professionale del caregiver familiare".

Il caregiver è il familiare che assiste un suo congiunto ammalato o disabile. I 60 milioni stanziati in tre anni saranno attinti dal fondo speciale di parte corrente, utilizzando in parte l'accantonamento del Ministero dell'economia.

"Questo stanziamento di fondi ad hoc è propedeutico alla legge specifica alla quale come PD abbiamo lavorato in questi ultimi 3 anni per il riconoscimento dei caregiver familiari, consapevoli della necessità di tutela di coloro che quotidianamente sono i impegnati nell'assistenza di familiari", dice la deputata del PD Elena Carnevali. I caregiver sono per la maggioranza donne, sottolinea la senatrice Annamaria Parente, capogruppo del Pd nella Commissione Lavoro ("nel 75% dei casi").

Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser: vero amore?
Per i primi cinquanta giorni non sono stata bene, ma ogni volta che Ignazio si avvicinava mi passava tutto. Non penso di dovergli dare delle spiegazioni , ma una chiacchierata con lui la farò.

"L'approvazione unanime dell'emendamento che stanzia un primo (modesto) fondo a sostegno dei caregivers premia l'impegno della senatrice Laura Bignami e la volontà unitaria della Commissione lavoro - commenta il presidente della Commissione lavoro del Senato Maurizio Sacconi (Energie per l'Italia) - Il relatore dei ddl Angioni, Bignami, De Petris, sen". Sacconi auspica ora "l'approvazione di un testo unificato e dotato di copertura".

Da molto tempo in parlamento si discute di caregiver familiari, o meglio in realtà da molto tempo la legge per il riconoscimento ufficiale di quei tre milioni di persone che si prendono cura dei propri familiari affetti da gravi disabilità, sopperendo alle carenze dello Stato, è ferma in parlamento.