Sportivo

Giro 2018 - Inciampi politici per un "West" di troppo

Giro 2018 - Inciampi politici per un

Come punto di partenza, infatti, è stato inserito il nome di "West Jerusalem", precisazione che non ha fatto molto piacere al governo israeliano. Lo riporta l'Ansa, oggi, secondo cui i ministri di sport e cultura e del turismo di Israele (Miri Regev e Yariv Levin) non hanno apprezzato la definizione di "West Jerusalem" riportata in tutta la macchina della comunicazione della corsa rosa. "Gerusalemme è una città unita". Della bagarre pare si sia occupato anche il Ministero per le Questioni strategiche dal quale, secondo il quotidiano filo-governativo "Israel-ha-Yom", è stato precisato che quei ministeri sono giunti alla conclusione e che "si tratterebbe di pressioni di elementi filo-palestinesi, le quali vorrebbero sottolineare che Gerusalemme Est non fa parte di Israele". "Se ciò non sarà cambiato Israele non parteciperà all'evento".

In seguito è arrivata una modifica.

F1, Gp Abu Dhabi. Doppietta Mercedes Bottas-Hamilton, terzo Vettel
Sesto il tedesco Nico Hulkenberg su Renault , davanti alle due Force India del messicano Sergio Perez e del francese Esteban Ocon. Valtteri Bottas vince il Gp di Abu Dhabi , 20esimo e ultimo appuntamento stagionale della Formula Uno.

Si apre un caso diplomatico All'indomani della presentazione del giro d'Italia 2018 (via in Israele con tre tappe).Il finanziamento israeliano alle tre frazioni rischia di essere annullato.