Sportivo

Presidente Lega Serie A, rinvio al 7 dicembre

Presidente Lega Serie A, rinvio al 7 dicembre

La Lega Serie A, che conta moltissimo sui proventi dei diritti televisivi delle partite, vorrebbe puntare ad incassare almeno un miliardo di euro dalla cessione dei diritti in Italia, cifra che però Mediaset e Sky non riescono a coprire. All'ordine del giorno, infatti, ci sono ancora l'elezione del presidente, dell'amministratore delegato, di altri cinque Consiglieri di Lega e di due Consiglieri Federali in rappresentanza della Lega.

Poi - ha aggiunto - è da stabilire se con la Serie A assente si può commissariare la Figc. Secondo quanto filtra, e riportato dall'Ansa, i venti club hanno scartato, per il momento, l'ipotesi di un presidente pro tempore.

Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser: vero amore?
Per i primi cinquanta giorni non sono stata bene, ma ogni volta che Ignazio si avvicinava mi passava tutto. Non penso di dovergli dare delle spiegazioni , ma una chiacchierata con lui la farò.

Al termine dei lavori di oggi, lo stesso Tavecchio ha dichiarato: "Il clima è molto più disteso, oggi la situazione è diversa dagli altri incontri".

Lotito per il ruolo apicale della Lega ha proposto oltre a Vegas anche il generale della Finanza Ugo Marchetti, entrambi candidati che non sembrano raccogliere l'adesione di almeno 12 club (tra cui Juve, Inter, Roma, Napoli, Fiorentina, Torino, Sampdoria, Sassuolo). Una nuova assemblea è stata programmata per giovedì 7 dicembre. La nuova governance rappresenterà il primo passo in vista delle prossime elezioni federali, nelle quali andrà scelto il successore del dimissionario Tavecchio.