Internazionale

Salvini, problema non fascismo ma Renzi

Salvini, problema non fascismo ma Renzi

Non si è fatta attendere la reazione di Matteo Renzi: "La frase di Salvini parla da sé - ha detto l'ex-Premier nel corso della trasmissione "L'aria che tira" su La7 - Io ho chiesto la condanna per quanto successo e chiedo a tutti un sussulto; il PD organizzerà la settimana prossima una manifestazione perché non si scherza con Nazismo e revisionismo, mentre Salvini e Meloni hanno preferito attaccare me piuttosto che parlare del caso". "L'unica cosa che mi viene da pensare è che per loro la violenza sia ascoltare la verità, che forse avrà lesionato le loro coscienze e i loro timpani". Salvini non la pensa proprio come Renzi, anzi dice che il problema in Italia è proprio l'ex premier.

Al di là comunque delle legittime polemiche sorte, va comunque ribadito che fortunatamente nessun incidente né atto di violenza è seguito al blitz di Como, e che questo lascia sperare che il confronto politico anche se aspro che ruota intorno al grave problema della immigrazione clandestina, possa restare nei binari della legalità. "Qualsiasi gesto di violenza va condannato senza se e senza ma - scandisce - Intimidazioni e provocazioni di segno fascistoide vanno respinti non solo dalla sinistra ma da tutta la comunità politica nazionale, senza eccezione alcuna".

Durissimo il commento di Matteo Salvini.

"Libere D": iniziativa contro la violenza sulle donne
Nella provincia di Bergamo sono state ben 474 le donne che si sono rivolte (e sono state aiutate) ai centri antiviolenza presenti sul territorio nel 2017.

E poi Salvini ha rincarato la dose invitando Renzi, reduce dai tanto decantati mille giorni di preteso buongoverno, a preoccuparsi dei problemi reali degli italiani, anziché di presunte fake news e di inesistenti ritorni al fascismo.

'Certo che entrare in casa di altri non invitati non è elegante, ma il tema dell'invasione dei migranti, sottolineato dagli skinheads è evidente', ha aggiunto il leader della Lega. Appello definito "ridicolo" anche dalla alleata di Salvini e leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, che è subito intervenuta a dagli manforte.