Sportivo

Milan, Gattuso: 'Ho sbagliato anche io col Benevento'

Milan, Gattuso: 'Ho sbagliato anche io col Benevento'

E' un aspetto che si tocca con mano.

Secondo la Gazzetta dello Sport tra i punti di differenza maggiori c'è lo stile di comunicazione: Montella in conferenza ha sempre dato l'idea di essere ottimista, sicuro di se' e dei mezzi del suo Milan.

C'è chi usa il fioretto e chi la sciabola, chi gradisce una mentalità ideale ed eterea e chi invece punta sulla concretezza.

Daniele Bossari confessa: "Bevevo tantissimo"
Bossari alza le braccia al cielo in lacrime, e dice: "Me lo prendo tutto questo messaggio". Stella è il senso della nostra vita, è amore, mi ha tenuto in vita quest'onda d'amore.

Alcuni giocatori sono rimasti a Milano per preparare la delicata sfida contro il Bologna, come il Rijeka che avrà tante assenze, ma Gattuso non sottovaluta i croati: "Mancheranno giocatori importanti anche a loro". Stavamo marcando a zona, non a uomo, essendo una punizione e non un calcio d'angolo. Stiamo facendo qualcosa di nuovo, non abbiamo esagerato con i carichi per evitare che qualcuno si faccia male. Il Milan nonci sta e replica a chi paragona il pareggio di Benevento, chenon aveva ancora conquistato un solo punto in Serie A, a uno deimomenti più bassi della storia rossonera, la sconfitta incassatanel 1982 in Serie B contro una squadra neopromossa a San Siro. Questo non è un alibi, ma bisogna andare piano. Sperem, lo dico in lombardo. Da parte mia non c'è nessun regalo, domani partirà dal primo minuto. Spazio a chi ha giocato di meno in questa stagione, fatta eccezione per Alessio Romagnoli che in campionato dovrà scontare la squalifica. "I ragazzi mi stanno dando una grandissima mano e ci stanno mettendo grandissima voglia". Sa che può dare tanto, così come tutti gli altri giocatori. La società prova a guardare avanti: "Che il gol di Brignoli spazzasse via tutto il resto, era da mettere in conto".

Nella gara di Benevento, se vista dal di fuori, sembra sia cambiato poco o nulla all'interno del gruppo rossonero: scelte di formazione simili, atteggiamento ambivalente e solite paure. Tengo alla partite, potevo portare qualche ragazzo della primavera, ma non ho voluto sottovalutare i nostri avversari.