Finanza

Francia, scontro fra treno e scuolabus: quattro studenti morti

Francia, scontro fra treno e scuolabus: quattro studenti morti

Il cordoglio del mondo politico.

In Francia uno scuolabus è stato letteralmente spezzato in due da un treno a seguito di uno scontro avvenuto tra Millas e Saint-Féliu-d'Amont, nei pressi di Perpignan, nel sud del paese transalpino.

Giovedì sera sono stati identificati quattro scolari uccisi e 7 feriti.

Alla scoperta dei luoghi di Star Wars
Ed è davvero un peccato, perché Star Wars VIII - Gli Ultimi Jedi ha una volontà di distinguersi e percorrere la sua strada. Ora spetta a chi l'ha raccolto dimostrare di essere all'altezza.

Le testimonianze più toccante sono però quelle delle persone vicine ai bambini coinvolti nell'incidente prima di conoscere le loro sorti. Per le ferrovie francesi (Sncf), la sbarra del passaggio a livello era chiusa. Inoltre, la Snfc assicura che il passaggio a livello ha tutte le tecnologie perfettamente funzionanti con annessi equipaggiamenti di sicurezza. Il traffico ferroviario tra Villefranche e Perpignan è completamente interrotto.

L'incidente è avvenuto a un passaggio a livello intorno alle 16, un attraversamento regolarmente criticato per la sua pericolosità: non è infatti il primo incidente avvenuto nello stesso punto. "La Francia è in lutto", ha invece detto il ministro dell'Istruzione, Jean-Michel Blanquer. "Tutti i miei pensieri alle vittime di questo terribile incidente di uno scuolabus e alle loro famiglie". I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto ed in grado di offendere la sensibilità degli altri utenti.

"Apparentemente tre autobus sono passati da lì: quello di mezzo, diretto a Saint-Feliu-d'Avall è stato travolto dal treno". Sono arrivati anche il premier francese Edouard Philippe e la ministra dei Trasporti, Elisabeth Borne. "La mobilitazione dello Stato è totale per soccorrerli".