Cultura

Mertens: "Il gol arriverà, l'importante è vincere. Contento per Marek"

Mertens:

"Oggi siamo stati fortunati perché abbiamo segnato subito e loro si sono aperti, abbiamo dominato l'avversario, mentre contro la Fiorentina aveva fatto 12 tiri e non siamo riusciti a metterla dentro".

Non sono il centravanti che vive solo per il goal. Potevo guadagnare molti più soldi in Cina, ma questa città è un po' la mia città, i tifosi meritano di vincere. Un calo, quello degli attaccanti, che è costato il primato e l'eliminazione dalla Champions League e che potrebbe aprire ad un principio di crisi se stasera non dovessero sbloccarsi e, soprattutto, se il Napoli non dovesse vincere. Non è una giustificazione, certo.

Mertens: “Sarri stressato? Fuma cinque pacchetti di sigarette al giorno…”
Mertens: “Ko Inter non mi sorprende. Scudetto, siamo in 5″

"Questo è un momento difficile - ammette comunque il calciatore - e stiamo provando a superarlo". Cosa rispondo a chi ci critica? Questa è una squadra forte, in cui credo fermamente. Capita. Non credo ci abbia fatto caso. È un fuoriclasse, lo sapevamo. "Abbiamo sfruttato quest'occasione ma ora non dobbiamo fermarci". Nel caso festeggeremo insieme. "Ho un contratto di due anni". La molla che lo ha convinto a rimanere a Napoli firmando un prolungamento di altre due stagioni con una clausola rescissoria da 28 milioni di euro. Personalmente mi è mancato solo il gol, ma sono molto contento per Marek, arriverà presto il mio turno.

Da me non e' venuto nessuno. Nel calcio puo' succedere di tutto, meglio non andare troppo oltre. Vorremmo fare tutte le sfide così, con questo atteggiamento, ma non è facile. Cinque pacchetti di sigarette al giorno. Infine, chiusura su ciò che farà una volta appesi gli scarpini al chiodo: "Mai l'allenatore, troppo stress".

Ciclismo, Froome: "Non ho infranto alcuna regola"
La notizia è stata data dalla federazione ciclistica internazionale ma per il momento non verrà preso alcun provvedimento sanzionatorio.