Finanza

Banche, Visco: "Renzi mi chiese di Etruria, ma non risposi"

Banche, Visco:

"C'è stata una richiesta del presidente del consiglio che mi è sembrata divertente". Due incontri durante i quali Boschi "manifestò il dispiacere e le preoccupazioni sulle conseguenze della crisi di Banca Etruria sul territorio".

Sta parlando in Commissione Banche il numero 1 di Bankitalia Ignazio Visco, forse il teste più atteso davanti alla commissione diretta da PierFerdinando Casini per verificare che torno al mondo banche italiano si siano prese le giuste decisioni e soprattutto se sia stato seguito l'iter corretto per affrontare di volta in volta le crisi dei piccoli/medi istituti di credito. "Poi Panetta ha incontrato il ministro Boschi, ma per una richiesta di informazioni e non ci fu nessuna richiesta di fare qualcosa". "Il banchiere anche in questo caso ha precisato che l'allora ministro alle Riforme "non fece" a Panetta "una richiesta particolare di interventi" su Banca Etruria". Non tornano più le critiche di novembre, quando Renzi diceva che "le cose non hanno funzionato come avrebbero dovuto e potuto".

Alla vigilia di un nuovo cda importante per Carige, in cui si tireranno le somme dell'aumento di capitale (oggi la banca ha perso lo 0,5 per cento in Borsa, sull'onda negativa per i titoli del comparto), uno dei sindacati dei lavoratori sembra esprimere il timore che la banca possa essere assorbita: "Chiediamo al Cda, al management e all'amministratore delegato" di Carige "un impegno forte e deciso per un pronto ed efficace rilancio della Banca".

Milan, Gattuso: "Auguri a questa gloriosa squadra. Calhanoglu calcia come pochi"
Al Bentegodi, domani a pranzo per il campionato, sarà tutto diverso: "Lì storicamente abbiamo sempre delle difficoltà". In sala video ci sono motivi di discussione, ci confrontiamo, parliamo degli errori e li analizziamo.

Risponde poi alle "accuse" sulle cosidette "porte girevoli" con ex funzionari e dirigenti di Bankitalia diventati collaboratori e dipendenti delle banche: "in oltre 120 anni di storia della Banca non ci risulta vi sia mai stato un ispettore che nell'esercizio della propria funzione si sia reso colpevole di omessa vigilanza, o sia stato condannato per corruzione o concussione".

"Rivendico il fatto di essermi interessato a tutti i singoli territori, nessuno escluso, oggetto di crisi bancarie", ha commentato su Facebook il segretario del Partito democratico, Matteo Renzi. "Le difficoltà del calzaturiero marchigiano o del settore orafo aretino o dell'export Veneto o del turismo pugliese stavano a cuore a me e al mio Governo".