Internazionale

Ilva, Regione Puglia ritira ricorso al Tar

Ilva, Regione Puglia ritira ricorso al Tar

Regione Puglia e comune di Taranto hanno rinunciato alla richiesta di sospensiva al Tar, come annunciato dal ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda: "Anche la Regione Puglia dopo il Comune di Taranto ha depositato la rinuncia alla richiesta di sospensiva al Tar sul Dpcm che contiene il Piano Ambientale per Ilva".

Vale la pena di ricordare che il ricorso al TAR da parte delle istituzioni regionali è stato motivo di scontro aperto con il Governo. Nel tweet, tuttavia, si riscontra un'ulteriore nota polemica indirizzata nei confronti del ministro Calenda al quale, secondo Emiliano, "il Natale ha fatto bene" poiché, "dopo aver fatto saltare la riunione del 20 dicembre, adesso ha espresso il desiderio di lavorare con la Regione Puglia e il Comune di Taranto".

De Zerbi: "Pensiamo alla prossima. Obiettivo 25-30 punti nel girone di ritorno"
In quel caso riuscì a segnare due gol, il primo ancora una volta contro il Chievo Verona . Dirlo in questo momento può essere da pazzi, ma la domenica si parte da zero a zero.

Inoltre, Ilva è stata multata da Bruxelles per aiuti di Stato illegali ma l'UE nell'infliggere la sanzione non ha toccato il piano ambientale. Ciononostante - ha aggiunto Emiliano - il ministro Calenda in quella occasione si alzò bruscamente dal tavolo e andò via. "Questo tavolo ha dato mandato ai rispettivi uffici di continuare l'approfondimento di tutte le questioni che sono state oggi discusse, al fine poi di avere una piattaforma comune per redigere con il consenso del Governo, dell'investitore e dei sindacati questo atto giuridicamente rilevante che porti a soluzione questa vicenda". "Il ricorso rimane in piedi e non verrà ritirato fino a che non verrà raggiunto un accordo sul piano industriale e ambientale tra tutte le parti del tavolo". "E questa è una buona notizia". Gentiloni si era già rivolto con un appello al governatore della Puglia Michele Emiliano e al sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci. "Mi sono rivolto qualche giorno fa in modo istituzionale e rispettoso, al presidente della Regione Puglia e al sindaco di Taranto". "La somma, si legge in un comunicato dell'amministrazione straordinaria, va ad aggiungersi ai 220 milioni di euro che Ilva ha già versato dall'inizio dell'anno a oggi per un totale di oltre 250 milioni di euro pagati nel 2017 alle imprese del territorio pugliese".