Sportivo

Allegri, non sottovaluto il Torino

Allegri, non sottovaluto il Torino

"Non sottovaluteremo la partita, anche perché parliamo di un derby". La Coppa Italia è un nostro obiettivo e vogliamo vincere.

Si parla di formazione: "Farò dei cambiamenti - afferma Allegri - ma non eccessivamente". Ecco alcune sue parole: "Domani dovremo fare a meno di Buffon, De Sciglio e Cuadrado". "Giocheranno Dybala e uno tra Douglas Costa e Bernardeschi, a riposo Mandzukic o Higuain", ha aggiunto il tecnico bianconero.

Credo che stia migliorando l'utilizzo della VAR da parte degli arbitri. All'inizio ci sono state delle difficoltà e devono ancora lavorare. E' uno strumento che aiuta gli arbitri, ma soprattutto per fattori oggettivi. Un elemento in più verso la crescita e la maturazione non solo sportiva ma anche umana: quando Dybala saprà gestire il suo essere campione, a quel punto i paragoni con Cr7 o Messi - oggi ingenerosi verso la Pulga e il portoghese - potranno acquistare un senso.

Allegri e la corsa scudetto: "L'importante sarà non perdere punti dal Napoli, rimanere attaccati a chi ci precede".

Inter, Candreva e il giallo dello sputo: "Niente contro i tifosi"
Candreva , fischiato dai tifosi, aveva imprecato (" li mortacci tua ") e aveva sputato sotto lo sguardo delle telecamere. Giusto ricevere critiche e applausi durante le partite ma quest'episodio non ha a che fare con iil pubblico.

Sulle parole di Buffon: "Non vivo di calcio 24 ore su 24, finché mi diverto alleno". Sono stato fortunato ad aver allenato grandissimi campioni e uomini di spessore. Così si fa la differenza dentro e fuori dl campo: allenamenti, professionalità, rigore e determinazione. Fisicamente la squadra sta bene, stiamo migliorando la condizione. "Pjanic deve ritrovare continuita'". Giocando con tre centrocampisti bisognerà stare tutti bene. La Coppa Italia e' uno dei nostri obiettivi. Io poco pubblicizzato? Non mi interessa. "Domani dobbiamo prenderci la qualificazione".

CALENDARIO - "E' questo e ci adeguiamo, se si giocasse una volta a settimana per una grande squadra sarebbe un problema". "Non molto, ma qualche volta si gioca troppo il pallone indietro al portiere". Abbiamo l'obiettivo di andare più avanti possibile.

Sul mercato: "Andiamo in vacanza, rientriamo il 21 e dopo dieci giorni il mercato finisce". Uscira' solo Pjaca perche' ha bisogno di giocare. "Per il resto, va bene così". Ma lui e' l'erede di Buffon. L'ho già detto e lo ripeto. La societa' ha fatto un gran colpo. Al mio quarto anno, tolto il primo anno in cui la squadra è rimasta praticamente la stessa dell'anno prima tranne per Morata e Evra, abbiamo cambiato tutto, sono pochi i giocatori del primo triennio. "Non ho chiesto nessuno alla societa'".