Cultura

Addio a Marina Ripa di Meana: forte il suo legame con l'Umbria

Addio a Marina Ripa di Meana: forte il suo legame con l'Umbria

Solo il tumore è riuscito ad avere l'ultima parola su Marina Ripa di Meana. Le ho chiesto di parlarle, lei è venuta.

Nel frattempo, dalla fine degli Anni Settanta, era diventata opinionista TV - negli a dire il vero è diventata anche un simbolo trash -, facendosi conoscere per il suo carattere esuberante, eccentrico ed anticonformista.

Negli Anni Duemila manifesta per la salvaguardia della zona del Pincio a Roma, contro la chiusura dello storico ospedale romano di San Giacomo e torna a posare nuda per raccogliere fondi per la ricerca sul cancro.

Marina Ripa di Meana è morta dopo aver combattuto per diversi anni contro un cancro che lentamente la stava uccidendo.

Con post su tutti i social sono arrivati i saluti di conduttrici, personaggi politici, modelle, che trasversalmente hanno voluto dare il loro personale addio a Marina Ripa di Meana rimarcando la sua capacità di fare sempre la differenza. Il cordoglio su Twitter di colleghi e fan Marina Ripa di Meana si è spenta a Roma, a 76 anni, dopo una lunga malattia.

Visite Fiscali, salta armonizzazione pubblico e privato
In questo caso dovrà darne tempestivamente comunicazione al datore di lavoro , il quale a sua volta dovrà avvisare l'INPS. Il decreto nulla aggiunge sui dipendenti privati, per cui le finestre di reperibilità restano più corte (10-12 e 17-19).

Nel 1982 ha sposato Carlo Ripa di Meana e da allora si è dedicata alla stesura di alcuni libri autobiografici, muovendosi soprattutto sul fronte ambientalista (talvolta suscitando anche scandalo, come quando posò senza veli per una campagna anti pellicce).

Forte era il suo legame con la nostra regione. Nozze che videro come testimoni per lei Alberto Moravia e Goffredo Parise e Bettino Craxi per lui. Proprio per questo motivo probabilmente Marina Ripa di Meana ha voluto trascorrere quei giorni di festa in serenità insieme alla sua famiglia, consapevole probabilmente del fatto che non ce ne sarebbe stato un altro. Nel 2009 ha partecipato come concorrete al reality show La fattoria condotto da Paola Perego con Mara Venier; nello stesso anno ha preso parte a una puntata della terza stagione della fiction I Cesaroni, trasmessa anch'essa su Canale 5, in cui ha interpretato sé stessa.

Brillante ed effervescente come sempre, si scagliò contro le "terapie degli affabulatori" e a favore della ricerca scientifica "che sta andando molto avanti".

"Mi hanno sempre giudicata come qualcosa che non si giudica perché non esiste", si legge sempre nel suo libro.