Internazionale

Berlusconi su Maroni: "Non avrà ruoli politici"

Berlusconi su Maroni:

Nel frattempo, forte è la sensazione che, a elezioni smaltite, non succederà niente, e niente verrà fatto delle cose che tutti minacciano o promettono: i grillini il reddito di cittadinanza (costo stimato: 90 miliardi), Berlusconi il reddito di dignità (costo previsto: 182 miliardi), Pd e suoi derivati una più articolata pioggia di "bonus", effervescente ma dall'esito sicuramente dissipatorio. Del resto e' lo stesso Matteo Salvini a mettere una pietra sopra un futuro politico del governatore: "se lasci il tuo incarico in regione Lombardia, in politica non puoi piu' fare altro".

Trump toglie il permesso di soggiorno ai terremotati di El Salvador
L'amministrazione Trump ha annunciato che gli Stati Uniti annulleranno i permessi che permettono a circa 200mila cittadini di El Salvador di vivere e lavorare nel Paese.

IL NOME DI MARONI - Sulla possibile candidatura del presidente della Lombardia, l'ex Cavaliere esclude nel modo più assoluto che ci sia un accordo segreto. Oggi interviene sulla decisione di Roberto Maroni di rinunciare alla ricandidatura Presidente della Lombardia: "Lo escludo nella maniera più assoluta: se ha questi motivi personali, queste ragioni famigliari che lo hanno spinto a scegliere di non candidarsi è impensabile che si possano ipotizzare per lui dei ruoli politici e tantomeno nel governo futuro". "Con la coalizione di centrodestra puntiamo non dico al 50 ma al 45%", ribadisce il presidente di Forza Italia. Per il centrosinistra Beatrice Lorenzin presenta il logo della lista Civica popolare; per il centrodestra Raffaele Fitto e Lorenzo Cesa svelano il logo di Noi per l'Italia. "Diciamo che questo simbolo ha il valore di un auspicio, di una speranza e indica che Berlusconi è il leader carismatico e incontrastato di Fi". "Indica che Berlusconi è il leader carismatico e incontrastato di Fi". Finché non ci sarà una maggioranza in grado di esprimere un nuovo governo, ovviamente andrà avanti il governo Gentiloni. "I Cinque Stelle non hanno alcuna esperienza né competenza, la gran parte di loro non sa cosa significhi lavorare, ma neppure cosa significa governare" conclude. E i risultati si vedono a Roma: il collasso della Capitale è l'emblema di quel che potrebbe accadere al Paese se governassero.