Internazionale

Berlusconi conferma che la legge Fornero non verrà abolita

Berlusconi conferma che la legge Fornero non verrà abolita

Già, perché cani e vecchi della volta scorsa son già morti di stenti in povertà. "Io di aspetti positivi non ne ho trovato neanche uno". Chi è rimasto più a lungo al lavoro, ed ha contribuito di più, ha un 'montante' più elevato e, quindi, va a riposo con un una 'rendita' più elevata oppure può accontentarsi di una 'rendita' più bassa e più anni di tempo libero.

Le otto salvaguardie predisposte negli ultimi anni hanno consentito la tutela di una parte di essi, ma ci sarebbero ancora seimila esodati (circa) esclusi dai benefici.

Ospite nella puntata di giovedì 11 gennaio di Porta a Porta, Silvio Berlusconi parla delle prossime elezioni politiche. Alla lettera, significa tornare alle norme in vigore nel 2011: trattamento di vecchiaia per le lavoratrici del settore privato a 60 anni, pensione di anzianità con 35 anni di contributi e il meccanismo delle quote, assegno calcolato integralmente con il sistema retributivo almeno per chi ha iniziato a lavorare prima del 1978.

Intervenuta ai microfoni di Radio Anch'io su Radio Uno, la Fornero ha difeso la sua legge, sostenendo che "è stata preparata in venti giorni e approvata con larga maggioranza".

Trump toglie il permesso di soggiorno ai terremotati di El Salvador
L'amministrazione Trump ha annunciato che gli Stati Uniti annulleranno i permessi che permettono a circa 200mila cittadini di El Salvador di vivere e lavorare nel Paese.

Insomma, un sistema più "avaro" ma più equo e più semplice di quello precedente.

Per esempio, il tandem Berlusconi-Salvini-Meloni sta spingendo parecchio sull'abolizione della riforma Fornero, evidentemente non curante dei costi che una misura di questo genere finirà col presentare. E c'è da immaginare (e sperare) che nessuno dei partiti e dei candidati in campo (sia quelli che vogliono una nuova riforma delle pensioni come Lega e M5S che tutti gli altri) sia intenzionato a promettere una simile decurtazione degli assegni.

"I meriti della flat tax sono tanti". Una sorta di indiscriminata, e trasversale, corsa alla damnatio memoriae (ognuno ha qualche legge da abolire tra quelle che hanno fatto gli avversari quando erano al governo) e un modo di andare avanti guardando indietro.

Molestie, Berlusconi: Catherine Deneuve?