Internazionale

Gentiloni attacca la Raggi: "Scarsa efficienza e segnali poco incoraggianti"

Gentiloni attacca la Raggi:

"Noi siamo il governo e non possiamo non avere uno spirito di collaborazione" per ciò che concerne la capitale d'Italia. Il governo non ha mai risposto. Ha infatti parlato di "una proficua collaborazione" con alcuni ministri, "non "urlata" in tv e giornali, che ha portato a buoni risultati per i cittadini".

"Roma non si governa soltanto facendo fronte alla sequela di emergenze - ha ricordato il premier al tempio di Adriano, in occasione dell'iniziativa 'Una Costituente per Roma' - un po' perché sono tante, complicate, sedimentate da così tanto tempo che anche l'amministrazione più efficiente farebbe fatica ad avere un'ottica solo di gestione di queste emergenze". "Noi siamo il governo della Repubblica e nei confronti di una città come Roma abbiamo ovviamente uno spirito di collaborazione anche se dall'altra parte c'è spesso una sospettosa riluttanza ad accettare questa collaborazione", ha aggiunto Gentiloni. Secondo il Presidente del Consiglio i rapporti tra il Governo e il Comune sono tutt'altro che positivi e una colpa importante della sindaca, per il premier, è abbastanza evidente. "Il tavolo non aveva l'obiettivo di individuare una responsabilità sul declino, perché sono problemi che vengono la lontano, aveva l'obiettivo di individuare le cose su cui Roma può avere una leadership internazionale, cose che non si possono fare subito ma vanno iniziate subito", ha detto Calenda, che ha fatto l'esempio del "problema gigantesco del decoro della distribuzione commerciale: nessuno processa le infrazioni".

A distanza di poche ore, la pepata risposta del primo cittadino pentastellato: "Per governare questa città servono i decreti attuativi della legge su Roma Capitale, che il governo ancora ci fa mancare - ha affermato Raggi -. Raggi deve partecipare in prima persona, mettendoci capitale politico e di lavoro, altrimenti passa il cadavere della capitale molto prima di quello di chi la sta gestendo".

Sala gremita al Tempio di Adriano e invitati d'eccezione. "Le capitali, però, sono un pezzo del tessuto economico fondamentale per lo sviluppo".

Terremoto, nel cuore della notte scossa di magnitudo 3.6 ad Amatrice
Alle ore 4:48 di oggi , scossa di terremoto di magnitudo 3 .6 avvertita ad Amatrice , in provincia di Rieti . Per il momento non ci sono ancora informazioni sui danni causati da questo terremoto .

E la voce della sindaca, al termine dell'evento (al quale ufficialmente non ha partecipato per impegni istituzionali pregressi), si è fatta sentire via Facebook, con una nota al vetriolo dal titolo "Siamo in campagna elettorale". La loro efficienza a governare sono i 13 miliardi di debito lasciati.

Gentiloni ha quindi ricordato che "l'aeroporto di Fiumicino è l'infrastruttura principale di questa città, in questi anni si è rafforzato".

Discorso breve e asciutto, poi Gentiloni parte per Torino per altre tappe della sua campagna elettorale per il Pd: incontro con i lavoratori della Whirpool in crisi, confronto con i ragazzi del Sermig, discorso agli amministratori locali del partito riuniti da Renzi al Lingotto.