Finanza

Fca: nuovo massimo storico a 19,93 euro, doppia mossa negli Usa

Fca: nuovo massimo storico a 19,93 euro, doppia mossa negli Usa

Una mossa, questa, che per ovvie ragioni ha subito attirato l'attenzione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che su Twitter ha rilanciato la notizia con una certa soddisfazione: "Sta finalmente accadendo, Fiat Chrysler ha annunciato piani di investimento pari a un miliardo di dollari sugli impianti siti in Michigan e Ohio".

Non solo: in questi anni Marchionne ha accumulato anche, tra stock grant e spin-off, anche 11,86 milioni di azioni Cnh Industrial, a loro volta sui massimi storici stamane a 12,39 euro l'una, e 1,46 milioni di azioni Ferrari (che oggi risalgono a 98,4 euro, poco distanti dai massimi storici toccati il primo novembre scorso a 104,4 euro per azione).

"Questi annunci riflettono il nostro impegno dalla produzione americana e ai dipendenti che hanno contribuito al successo di Fca - afferma Sergio Marchionne-. È corretto che i nostri dipendenti condividano i risparmi generati dalla riforma fiscale e che noi si riconosca il conseguente miglioramento del contesto economico degli Stati Uniti investendo pertanto sulla nostra struttura industriale".

Influenza: 802.000 casi nell'ultima settimana, vicini al picco
E, quanto si evince dal comunicato della Regione, l'epidemia sarebbe ancora in crescita. Nel nostro paese si sono verificati già 6 decessi a causa del virus influenzale.

"Il bonus sara" pagato nel secondo trimestre e si va ad aggiungere agli altri riconoscimenti che i dipendenti riceveranno nel 2018. At&t e altre aziende hanno invece annunciato la distribuzione di bonus da 1.000 dollari.

Insomma, per gli Stati Uniti sembra in procinto di aprirsi una parentesi felice dal punto di vista occupazionale, in quanto la nascita di nuovi stabilimenti produttivi e l'ampliamento di impianti che esistono già si tramuteranno in non meno di 2.500 posti di lavoro. Fca, sempre che le autorità locali e statali varino gli opportuni incentivi, rinnoverà lo stabilimento di Warren con l'obiettivo di produrre dal 2020 il nuovo Ram Heavy Duty, nella versione attuale assemblato nell'impianto messicano di Saltillo. E la decisione di Fca arriva a margine di quanto comunicato pochi giorni fa da Ford, quando da parte sua è venuta fuori l'intenzione di ampliare gli investimenti sparsi negli Stati Uniti e di fermare la costruzione di una nuova fabbrica in Messico.