Internazionale

(La Stampa) Bufera Milan, valore del club gonfiato: Procura di Milano indaga

(La Stampa) Bufera Milan, valore del club gonfiato: Procura di Milano indaga

Il Milan nell'aprile 2017 è passato dalle mani del leader di Forza Italia all'imprenditore cinese Yonghong Li.

Secondo la Procura di Milano ci sarebbero concreti sospetti di una vendita gonfiata per "riciclare denaro".

Inchiesta sulla vendita del Milan?

Sparatoria in Calabria, 18enne ucciso a colpi di pistola: fermato il killer
Stando ad alcune indiscrezioni, l'uomo si sarebbe consegnato di sua volontà ai poliziotti senza opporre alcuna resistenza. Giuseppe Parretta , un ragazzo di 18 anni, è stato ucciso a Crotone sotto agli occhi della madre e della fidanzata.

E alla fine, in gran segreto secondo il quotidiano, "nei giorni scorsi i pm avviato un'inchiesta che tra le varie ipotesi comporta anche verifiche sul reato di riciclaggio". E il mistero si infittisce nel momento in cui, dopo l'acquisto di Yonghong Li, la nuova dirigenza fa una campagna acquisti faraonica, che attira l'attenzione di tutti gli esperti di economia e di finanza, i quali mettono in dubbio tutti i movimenti di denaro della nuova società. Anche i tentativi precedenti di cessione non convincono gli inquirenti: "Il primo a farsi sotto era stato lo sconosciuto broker thailandese, Bee Taechaubol". "Non c'è nessun fascicolo di indagine per sospetto riciclaggio", ha affermato il pm Francesco Greco. Infine l'inchiesta del New York Times che a novembre aveva smontato l'idea di una proprietà capace di sostenere i costi della società e gli investimenti promessi per il futuro nemmeno attraverso le attività estrattive della Guizhou Fuquan Group, società di riferimento del finanziere cinese. "Quando però si utilizzano false notizie non già per informare ma per aggredire e danneggiare una parte politica durante una campagna elettorale, non si tratta più di giornalismo ma di fatti penalmente, civilmente e ancor prima deontologicamente rilevanti".

Brutte notizie per Silvio Berlusconi, bufera per il Milan. Lo afferma, in una nota, l'avvocato Niccolò Ghedini. Abbiamo immediatamente avvertito il direttore del quotidiano e uno dei giornalisti della totale infondatezza, inverosimiglianza e falsità dell'assunto. Nonostante cio' la pubblicazione e' avvenuta.