Finanza

Tregua olimpica. Pyongyang invierà atleti ai Giochi invernali, Seul chiede dialogo militare

Tregua olimpica. Pyongyang invierà atleti ai Giochi invernali, Seul chiede dialogo militare

I giochi inizieranno l'8 febbraio, anche se il conto alla rovescia è già cominciato da mesi.

La partecipazione (o la mancata partecipazione) di Pyongyang alle competizioni sportive organizzate nel Sud è sempre stata subordinata alla situazione politica e militare della penisola. Ancora da stabilire, peraltro, a quali atleti della Corea del Nord verrà concessa l'iscrizione ai Giochi. Ma adesso le cose, stanno per cambiare. Il regime di Kim Jong-un ha annunciato l'invio di una "delegazione di alto livello", composta da atleti - al momento, i due qualificati del pattinaggio artistico Ryom Tae Ok e Kim Ju Sik - sostenitori, gruppi di performance artistica, un team dimostrativo di taekwondo e funzionari di vertice. I colloqui sono iniziati nel villaggio dell'armistizio di Panmunjom, nella zona smilitarizzata che fa da confine tra le due Coree, con la delegazione nordcoreana che ha superato la Linea di Demarcazione per raggiungere la Peace House.

La Rai potrà dunque offrire un'ampia copertura in chiaro su due canali televisivi e sul digitale terrestre, consentendo a tutti gli italiani di seguire gli azzurri in gara in Corea del Sud, a caccia delle preziosissime medaglie olimpiche.

Influenza: 802.000 casi nell'ultima settimana, vicini al picco
E, quanto si evince dal comunicato della Regione, l'epidemia sarebbe ancora in crescita. Nel nostro paese si sono verificati già 6 decessi a causa del virus influenzale.

Il primo esito del confronto è che la Corea del Nord ha deciso di inviare una delegazione di "alto livello" alle prossime Olimpiadi invernali di PyeongChang, al via il 9 febbraio. "Oggi certifichiamo questa collaborazione che ci dà una visibilità e una forza con numeri che per noi sono fondamentali", ha detto con orgoglio Malagò, spiegando che "le Olimpiadi sono al primissimo posto di un servizio pubblico", e anticipando "un'altra azienda che integrerà il nostro pannello dei nostri partner". "Sono pronto a intraprendere diversi passi, compreso l'invio di una delegazione".

Un "disgelo olimpico" tra la Corea del Nord e quella del Sud che non cancella, però, l'inquietudine e i timori bellici su Pyeongchang 2018. Lo riferisce l'agenzia di stampa ufficiale Yonhap.

La Corea del Sud ha poi chiesto al Nord di tenere quanto prima anche un dialogo "tra militari" allo scopo di "eliminare o ridurre i rischi di errore di valutazione", stemperando le tensioni intorno alla penisola coreana.