Internazionale

Processo Maccalube: condannati Fontana e Gucciardo

Processo Maccalube: condannati Fontana e Gucciardo

Due condanne ad Agrigento per la morte dei fratellini Carmelo e Laura Mulone, di 9 e 7 anni, travolti e uccisi dal fango a seguito dell'esplosione di un vulcanello nella riserva delle Macalube, ad Aragona, il 27 settembre 2014. Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Gianfranco Caruso, ha inflitto sei anni al presidente regionale di Legambiente, nonché direttore della riserva, Domenico Fontana. Assolto, invece, Francesco Gendusa, dirigente dell'assessorato regionale al Territorio, difeso dagli avvocati Pasquale Contorno, Nicolò Grillo e Giuseppe Immordino.

I due condannati, in solido con Legambiente, dovranno risarcire i genitori dei poveri bambini con una provvisionale, vale a dire un anticipo, subito esecutivo, di 600 mila euro. Al momento della tragedia i piccoli erano insieme al papa', un carabiniere che riusci' a salvarsi.

Tennis: e sono 20, Federer nella storia Video
Roger, così come tutti gli appassionati del tennis lo conoscono oggi, è ben lontano dall'adolescente emotivo di un tempo. E di prepararsi ad affrontare un 2018 che potrebbe scrivere altri luminosi capitoli della sua infinita saga tennistica.

Legambiente nazionale annuncia che impugnera' in appello la sentenza, parlando di "inevitabilita' di questo dramma". Per gli stessi il pm Carlo Cinque, oggi in servizio presso un'altra Procura della Repubblica, aveva chiesto la condanna a 8 anni di reclusione per Fontana, 6 anni e 8 mesi per Gendusa e 5 anni per Gucciardo. "Questa sentenza, infine, impone una riflessione approfondita sul modello di gestione nel nostro Paese di aree protette, caratterizzate da potenziali eventi naturali imprevedibili".