Internazionale

Deragliamento di Pioltello: sotto inchiesta i vertici di Rfi e Trenord

Deragliamento di Pioltello: sotto inchiesta i vertici di Rfi e Trenord

La Procura di Milano ha indagato l'ad di Rfi Maurizio Gentile e il manager Umberto Lebruto, direttore della produzione della società. È emerso dal maxi-vertice di questa mattina tra i magistrati, investigatori e consulenti che si occupano del disastro ferroviario del 25 gennaio scorso e che questa mattina si sono riuniti per fare il punto della situazione in vista degli accertamenti irripetibili che prenderanno il via domani. Da quanto si è saputo, però, la contestazione a carico delle stesse società in questo caso è un passaggio scontato. E individuare le eventuali responsabilità. Le operazioni riguarderanno anche lo spessore di legno che sosteneva le rotaie, le carrozze e i carrelli.

Fiorentina-Verona 1-4, sprofondo viola: Pioli a rischio esonero?
La Fiorentina prova a reagire ma combina poco, il primo tempo si conclude così. E' uno stop inaspettato, ma sono sicuro che è solo un incidente di percorso.

Va detto che gli avvisi di garanzia sono stati emessi per permettere ai destinatari di poter partecipare alla superconsulenza ed alle autopsie attraverso loro esperti i fiducia. I primi risultati delle analisi - disposte dai pm Maura Ripamonti e Leonardo Lesti, che coordinano l'indagine con il procuratore aggiunto Tiziana Siciliano - farebbero pensare che le donne siano decedute quasi immediatamente dopo la violenta sbandata del vagone su cui viaggiavano, il primo a uscire dai binari. Servirà una gru, per toglierlo dal luogo dell'incidente e portarlo in un hangar, dove resterà a disposizione dei periti. In particolare, sulla gestione della manutenzione nello scalo ferroviario alle porte di Milano, dal quale ogni giorno passano circa 500 treni. Molto più lunghi - e anche molto più complessi - saranno invece i tempi dell'inchiesta, sul disastro costato la vita a tre donne, in viaggio per andare a lavoro.