Tecnologia

Privacy su Facebook: la piattaforma spiega agli utenti come difendere la propria

Privacy su Facebook: la piattaforma spiega agli utenti come difendere la propria

Più qualità, dunque, che quantità. Concentrandosi su quelle che chiama "connessioni significative" ossia che riguardano amici, famigliari e notizie locali, Facebook spera che la comunità sociale e il business della società diventeranno "più forti a lungo termine".

"Il nostro obiettivo per il 2018 è quello di rendere Facebook non solo divertente, ma anche importante per la salute delle persone e della società" ha spiegato Zuckerberg nel suo post.

Ma una nota negativa, purtroppo, c'è: Facebook ha visto il suo primo segno "meno" nel numero di utenti attivi giornalieri in USA e Canada, con un calo di 700 mila unità. Semplificando molto, le pubblicità che vengono mostrate da Facebook dipendono ancora una volta dai propri like alle Pagine, dagli interessi che si è dichiarato di avere, dalle interazioni già avute con l'azienda o con il prodotto (se è stata utilizzata l'app tramite Facebook login, per esempio, o se è stato visualizzato un prodotto su un sito che abbia installato il pixel di Facebook è molto probabile che si riceveranno informazioni su azienda/prodotto in questione) e in parte anche dalla prossimità geografica con l'attività che voglia fare marketing contestuale e di prossimità.

Questa è una riduzione di circa 2.14 minuti al giorno per utente, dato che Facebook ha 1.4 miliardi di utenti, ora.

Davos, Trump: "Voglio un dollaro forte e investimenti verso gli Usa"
Dopo aver colpito i pannelli solari e le lavatrici, Trump ha già in mente di stringere le maglie dell'acciaio e dell'alluminio. Il presidente Usa lo farebbe a patto che ci fosse un buon accordo per gli Usa.

Mark Zuckerberg aveva messo in guardia circa la diminuzione sull'utilizzo della piattaforma all'inizio di questo mese, dicendo che era un effetto atteso a seguito delle modifiche in corso sul News Feed.

E nonostante il bacino di spazi del News Feed diventi sempre più saturo (cosa di cui sia Facebook sia gli analisti sono consci), i ricavi medi per utente continuano a crescere: +27% rispetto a un anno fa, a 6,18 dollari.

Nell'ultimo trimestre dell'esercizio 2017, gli utenti che hanno usato quotidianamente Facebook sono stati in media 1,40 miliardi (+14% annuo), leggermente di meno di 1,41 miliardi calcolati dal mercato.

La gente pensava che Facebook fosse pazzo a pagare un prezzo così alto. Normalmente la società non condivide le metriche del tempo perché "non sono il modo migliore per comprendere il coinvolgimento" ma Zuckerberg ha voluto dare questa percentuale per "dimostrare quanto siamo impegnati a fare in modo che il tempo che gli utenti passano su Facebook "sia prezioso".