Internazionale

Introdotto stato di emergenza alle Maldive

Introdotto stato di emergenza alle Maldive

Forse i viaggi verso la Capitale andrebbero sconsigliati del tutto e per chi sta già lì andrebbe suggerita una precauzionale partenza.

Le autorità militari hanno ordinato alle unità dell'esercito di stanza sulle isole di tornare nella capitale del paese, Male.

Gli ultimi sviluppi non fanno presagire miglioramenti in tempi rapidi.

Gayoom si era schierato a fianco degli oppositori del suo fratellastro, l'attuale presidente Yameen Abdul Gayoom: il primo febbraio la Corte suprema aveva ordinato al suo governo la scarcerazione dei prigionieri politici, incluso l'ex presidente Mohamed Nasheed, riparato in esilio nel Regno Unito nel 2016.

Il presidente della Corte suprema delle Maldive Abdulla Saeed e un altro giudice sono stati arrestati. Si offusca così l'immagine di questa meta del turismo di lusso che da anni vive in uno stato di costante crisi politica.

La denuncia mossa nei confronti dei due giudici è quella di corruzione.

Sparatoria Macerata: Traini portato nel carcere di Montacuto
I feriti sono arrivati all'ospedale in tempi diversi: l'ultimo, un giovane del Mali, intorno alle 15. Quando si presentano, noi li curiamo e non chiediamo i documenti".

Centinaia di manifestanti riuniti davanti all'edificio della Corte Suprema sono stati dispersi con i gas lacrimogeni.

Il ministero degli Esteri mette in allerta gli italiani che si trovano alle Maldive dove è stato dichiarato lo stato di emergenza in seguito ad una crisi politica che coinvolge il presidente della repubblica islamica.

L'ex presidente delle Maldive, fratellastro di Abdulla Yameen, ha guidato il Paese con per 30 anni fino alle prime elezioni democratiche del 2008, ma recentemente si è trasferito nel campo dell'opposizione.

I tentativi di rassicurazioni da parte del governo di Male non stanno dando frutti: il portavoce del governo, Ibrahim Hussain Shihab, ha sottolineato che non è stato dichiarato il coprifuoco e che la sicurezza dei turisti nel paradiso delle vacanze esclusive resta assicurata. Anche il Dipartimento di Stato americano si è detto preoccupato per lo stato di emergenza che sospende parte della Costituzione del Paese. Ciò è accaduto dopo che la decisione della Corte Suprema di rilasciare un certo numero di leader dell'opposizione politica è stata resa nota. Il governo ha rifiutato di obbedire e ha qualificato la sentenza della Corte come incostituzionale.

Il segretario generale delle Nazioni unite, Antonio Guterres, "esorta il governo delle Maldive a rispettare la Costituzione e il primato del diritto" e a "eliminare lo stato d'emergenza il più velocemente possibile".