Cultura

Sanremo, gli Alpini criticano Baglioni (e lui chiede scusa)

Sanremo, gli Alpini criticano Baglioni (e lui chiede scusa)

Matteo Salvini sostiene la protesta degli alpini contro Claudio Baglioni. A Cuorgnè, comune in provincia di Torino che ha dato i natali al fondatore del corpo, il generale Giuseppe Domenico Perrucchetti, un assessore ha chiesto al direttore artistico le "scuse ufficiali".

"Chiediamo che Baglioni faccia le scuse" per la frase "Non faremo un raduno degli alpini" detta nella conferenza stampa di presentazione del Festival di Sanremo. "Credo che Baglioni dovrebbe chiedere scusa". In precedenza don Bruno Fasani, direttore della rivista 'l'Alpino' e portavoce dell'Associazione nazionale alpini aveva detto: "Io non so che gente vada al festival di Sanremo, ma sentir dire che Sanremo 'non è mica un raduno degli alpini' sulla TV di Stato ci offende e offende migliaia di italiani che pagano il canone".

Anche il presidente di Ana, Sebastiano Favero, ha sottolineato che la frase pronunciata dal 66enne cantautore romano "non è piaciuta agli alpini".

Vittime delle Foibe: Il Giorno del Ricordo, 10 febbraio 2018
Tito Lucilio Sidari , Vice-Presidente dell'Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia di Milano . Interverranno Magda Rover, esule istriana, il Prof.

L'assessore di Cuorgnè, Davide Pieruccini, aveva esposto il suo pensiero sui social, palesando la propria indignazione per la battuta poco felice di Baglioni.

"Nessuno può minimizzare così il mondo degli Alpini, dal sacrificio nelle guerre fino alla solidarietà per le varie missioni di pace che il nostro illustre corpo svolge in molti angoli del mondo", ha scritto su Facebook l'assessore Davide Pieruccini.