Medicina

Emorragia di medici in Italia: 45 mila camici bianchi verso la pensione

Emorragia di medici in Italia: 45 mila camici bianchi verso la pensione

A lanciare l'Sos sono la Federazione medici di medicina generale (Fimmg) ed il sindacato dei medici dirigenti Anaao. E il trend peggiora nettamente nell'arco dei 10 anni: al 2028 saranno infatti andati in pensione 33.392 medici di base (il 70% degli attuali) e 47.284 ospedalieri. Sono 45mila i medici che nel complesso, in cinque anni, usciranno dal mercato del lavoro. Sicilia, Lombardia, Campania e Lazio le regioni che registreranno, sia nel breve sia nel lungo periodo, le maggiori sofferenze. Con l'entrata in vigore dell'accordo integrativo regionale firmato pochi giorni fa da FIMMG, SNAMI, SMI e altri un medico di famiglia potra' in alcuni casi avere fino a 2000 assistiti, ma questo non sara' sufficiente.

La carenza di dottori specialisti "interessa tutte le Regioni, con l'evidente paradosso per cui se, e quando, riapriranno i concorsi, mancheranno i medici da assumere", afferma il segretario del sindacato dei medici dirigenti Anaao-Assomed, Costantino Troise, commentando i dati sulla carenza di medici in Italia nell'arco dei prossimi 5-10 anni.

Serie A, diritti tv assegnati a MediaPro
Ma sono gli spagnoli a fissare i prezzi che gli stessi operatori devono pagare se vogliono distribuire la Serie A . Per la prima volta sarà trasmessa anche su internet (IPTV), oltre che sui canali tradizionali.

Il dato grave, rilevano le organizzazioni sindacali, è anche un altro: le uscite stimate per effetto dei pensionamenti non saranno comunque bilanciate dalle presumibili nuove assunzioni. Per i medici di base, infatti, le borse per il corso di formazione in medicina generale messe a disposizione sono oggi circa 1.100 l'anno e se il numero rimarrà costante, afferma la Fimmg, ad essere "rimpiazzati", al 2028, saranno non più di 11mila medici, per un salgo in negativo a quella data di oltre 22mila unità. "Appare quasi ridicolo assistere al fatto che nessuna forza politica che aspira a governare il Paese proponga e si impegni sul tema dell'assistenza territoriale, della cronicità e della non autosufficienza in un Paese che, per caratteristiche demografiche, avrà soprattutto bisogno di un'assistenza medica domiciliare, residenziale e di prossimità". Nel 2022, in Campania andranno in pensione 1.619 medici, nel Lazio 1.313, in Lombardia 1802 e in Sicilia 1.396. Se nella prossima legislatura non verranno assunti nuovi medici e nuovi operatori il sistema della sanità italiana entrerà in crisi. Quanto ai medici del Ssn la situazione non si prospetta migliore. Ora tutto questo potrebbe essere letteralmente 'terremotato'. Ma la ricetta che proponiamo da tempo è più strutturale: una capillare riorganizzazione degli studi medici che parte dalla constatazione che il 55% dei medici di base lavora da solo e perde il 40% del tempo per seguire pratiche burocratiche. "E con un notevole risparmio per lo Stato perché lo stipendio di un infermiere o di una segretaria varia tra i 25 e i 35mila euro, contro i 110mila euro dello stipendio di un medico di famiglia".