Tecnologia

Facebook sta testando un "Non mi piace" per i commenti

Facebook sta testando un

L'utente avrà la possibilità, tramite l'apposito pulsante su Facebook, di votare negativamente il contenuto e subito dopo specificare la motivazione di questa scelta. Non è quindi detto che il "Non mi piace" per i commenti sia in futuro utilizzato all'interno del social network.

Facebook sta testando una funzione molto simile al "non mi piace": si tratta di un tasto Downvote che sarebbe comparso solo sulle bacheche di un numero ridotto di utenti, scelti per prendere parte al test. La notizia è stata rivelata dal Daily Best, anche se un portavoce ufficiale del social network nega si tratti di un antipasto del non mi piace.

Se un utente dovesse selezionare downvote il commento in questione non sarà a lui più visibile e gli verrà chiesto se ha preferito nasconderlo perchè offensivo, ingannevole oppure off-topic. L'iniziativa potrebbe aiutare a ridurre la visibilità dei commenti offensivi, ma secondo gli scettici potrebbe ulteriormente amplificare il ruolo di Facebook nel decidere che cosa mostrare agli utenti, tema dibattuto da tempo e diventato di stretta attualità da circa un anno, in seguito alle elezioni presidenziali negli Stati Uniti.

Facebook sta sperimentando una nuova funzione per mettere una sorta di "Non mi piace" ai commenti, in modo da rendere quelli offensivi o poco appropriati meno evidenti nelle discussioni sotto ai post.

Facebook, al via i test del pulsante Downvote per i commenti
Facebook, presto la funzione "non mi piace"

"Non stiamo testando un pulsante antipatia" ha spiegato un portavoce di Facebook a TechCrunch. "Stiamo esplorando una funzione per le persone che ci forniscono feedback sui commenti dei post delle pagine pubbliche".

Il pulsante downlike non ha nulla a che vedere con il pulsante 'Non Mi Piace' di cui si è vociferata l'introduzione negli anni passati.

Il pulsante del downvote per i commenti si puo' considerare come il 'segnala' presente nei forum, che consente agli utenti di segnalare alla redazione eventuali commenti inappropriati.

Elezioni: D'Attorre, chi vota Pd e alleati vota per larghe intese
Il M5S pur restando il primo partito italiano , perde lo 0,8% rispetto alla rilevazione di metà gennaio, scendendo al 26,2%. Cala al 31,9% l'astensione (meno 0,9%) così come scendono anche le schede bianche al 2,1%.