Internazionale

Siria: alta tensione tra Israele e Iran

Siria: alta tensione tra Israele e Iran

Altissima tensione nei cieli del medioriente.

In reazione, l'esercito israeliano ha colpito 12 obiettivi iraniani in Siria. A memoria, l'ultima volta che forze arabe erano riuscite ad abbattere jet militari pilotati israeliani risale alla guerra dello Yom Kippur quando almeno un F4E Phantom della HHA era stato abbattuto dalla difesa aerea egiziana sul Sinai grazie ai missili terra-aria russi SA-6. Intanto il premier Benyamin Netanyahu ha partecipato ad una riunione d'urgenza tenutasi presso il ministero della difesa a Tel Aviv, alla presenza anche del ministro della difesa Avigdor Lieberman e del capo di stato maggiore Gadi Eisenkot. Uno dei piloti è grave, l'altro ha lievi ferite.

I media di stato siriani hanno riferito che grazie all'impiego della contraerea, reso necessario dall'atto di "aggressione" da parte dello Stato ebraico, "più di un aereo" israeliano sarebbe stato colpito. L'alleanza iraniana-Hezbollah-siriana ha dato una versione completamente diversa sull'episodio rigettando le accuse israeliane.

La Siria ha "un pieno diritto a difendere le proprie terre ogni volta che Israele ricorre ad aggressività nei suoi confronti": lo ha affermato a Gaza il portavoce di Hamas Fawzi Barhoum. Caccia F-16 si sono levati in volo per compiere la loro missione, trovandosi rapidamente sotto un fitto fuoco di contraerea che ha fatto di nuovo scattare le sirene in molte parti della zona nord di Israele, mentre numerose esplosioni si potevano udire nella valle della Bekaa.

Sanremo 2018: Alice Caioli canta Specchi Rotti (Video e testo)
La giovane artista siciliana in gara alla 68^ Edizione del Festival della Canzone Italiana tra le Nuove Proposte con l'etichetta Round35.

Secondo il comunicato l'aereo senza pilota "era partito dalla base aerea di Tayfur (nei pressi di Homs, nella Siria centrale) ed era diretto verso est alla ricerca di cellule dell'Isis".

Aumenta di ora in ora la tensione in Siria dopo l'attacco israeliano di questa mattina. Almeno 25 missili hanno preso di mira un F-16 di Gerusalemme, che alla fine è stato colpito da un missile, probabilmente facente parte del sistema S200 di progettazione sovietica.

Israele-Siria: un conflitto a bassa intensità che dura da anni Non si tratta comunque di un episodio isolato. "I piloti si sono lanciati fuori dall'abitacolo, sono atterrati in territorio israeliano dove hanno ricevuto cure mediche". Salami ha aggiunto che "se la Siria conferma le notizie, accetteremo anche noi quello che sostengono". Lo ha detto l'ambasciatore israeliano a Mosca Gary Koren in un'intervista a Interfax.